domenica 30 marzo 2008

Tanto per cambiare .....mezza !

Quando stamane alle 6.45 la sveglia del cellulare si è fatta sentire vigorosamente ero sinceramente dubbioso se alzarmi ed andare a correre l'ennesima mezza oppure dar retta alle turbolenze intestinali ed adbicare.
Effettivamente devo vergognarmi per quanto sono riuscito a consumare sabato sera dapprima in pizzeria e poi in gelateria ma la mia riconosciutà golosità ha colpito ancora facendosi beffa delle lamentele pervenute dallo stomaco stanco di ricevere cibarie.....
Forse il desiderio di praticare sport all'aria aperta in compagnia della tribù appassionata della corsa e conseguentemente smaltire le bisboccie alimentari della sera precedente sono le valide motivazioni che mi hanno spinto a prendere la saggia decisione di recarmi a Paullo per prendere parte alla 23^ Corsa di primavera.
Desidero porre in evidenza lo scopo umanitario della manifestazione che prevedeva una mezza competitiva e due percorsi (5 e 12,5 km) e fiero d'aver contribuito alla costruzione di un pozzo d'acqua in Kenya.
Purtroppo nonostante la partenza avvenga a lato del centro sportivo comunale non si può usufrire nè della possibilità di cambiarsi all'interno degli spogliatoi in esso presenti nè di farsi una doccia al termine della gara. Trovo qualche amico conosciuto nel mio girovagare tra le varie competizioni podistiche e lo sparo dello starter ci coglie tutti impreparati mentre si stava ancora parlando tra noi. I primi km li percoro con notevole difficoltà perchè avverto le gambe imballate dall'uscita sulle due ruote del sabato mattina ma in particolar modo per la pesantezza di stomaco che rende affannosa la mia respirazione. Non sono certo nelle condizioni di forma migliori per disputare una prova decente ma lo sapevo sin dalla partenza però correre in simili condizioni è terribilmente fastidioso. Per fortuna trovo la compagnia di Fabietto e conto di poter stare con lui il più possibile evitando di procedere in solitaria ma ancor prima del 3° km il mio sogno sfuma quando un amico dello stesso richiama la sua attenzione facendolo rallentare bruscamente .
Mantengo un discreto ritmo, riaggancio un paio di concorrenti partiti troppo audacemente e costretti poi a rallentare il loro passo ma sono negativamente sorpreso dal percorso, il quale presenta tratti sterrati dove le mie deboli caviglie soffrono il terreno sconnesso. Mi passano due vispi atleti ma mentre il primo viaggia a velocità superiori alle mie odierne possibilità, il secondo mi fa da pace maker ed essendo un peso piuma fatica più del sottoscritto allorchè transitiamo parallelamente al torrente Muzza e corriamo sopra un fastidiosissimo ghiaione che ci costringe a rallentare. Il mio socio a 5 km dall'arrivo allunga ma non sono in grado di seguirlo quindi opto per mantenere una velocità costante e pur soffrendo negli ultimi km concludo particolarmente soddisfatto la prova. Considerando le non perfette condizioni intestinali .......credo d'aver degnamente festeggiato il mio onomastico!

God bless you !

giovedì 27 marzo 2008

20 Anni di Powerman Zofingen

Il primo fine settimana di settembre e precisamente il 7 verrà celebrato il 20° anniversario della più rinomata gara di duathlon esistente al mondo ossia il Powerman Zofingen la quale malgrado il percorso piuttosto impegnativo mi ha sempre affascinato perchè pur non allenandomi e non amando la salita mi obbliga a convivere con essa durante tutte e tre le frazioni con la ciliegina sulla torta rappresentata dai 30 km finali dove più volte maledico me stesso ed il fatto d'essermi iscritto alla gara! Comunque ho già provveduto a registrarmi all'evento ed anche camminando il mio desiderio sarà quello d'arrivare nella magica Arena ,accogliere l'ovazione del pubblico presente sulle tribune e ricevere la meritata stretta di mano dal Presidente del comitato organizzatore subito dopo aver concluso la prova.

God bless you !

martedì 25 marzo 2008

foto Brianza Double Classic

Ringrazio calorosamente il "MITICO Roberto Mandelli" per lo splendido servizio fotografico e credo che ogni podista debba essere riconoscente nei confronti di quest'ultimo.
Sei un grande!


 Cris & Pier alla conclusione della loro fatica
 Ame & Mauro mentre la strada sale...

 Arrivo Mauro e Ame

 i "piccioncini" in spinta durante un tratto impegnativo .....
God bless you !



lunedì 24 marzo 2008

Brianza Double Classic

Prima ed improvvisata esperienza di una gara podistica competitiva a coppie oggi a Besana Brianza in occasione della "Brianza Double Classic" con la compagnia del giovane Mauro alle prime esperienze in campo podistico dopo l'esordio nella maratonina di Lecco. E' stata un'interessante prova ma soprattutto mi sono stupito di come la gamba avesse ben digerito e recuperato sia la maratona di domenica scorsa che la sgambata in bici dell'altro ieri.
Purtroppo, e me ne dolgo ,malgrado gli accordi pre gara con il mio socio ho impostato un ritmo gara un po' allegro per quest'ultimo con la risultante che, al termine della salita posta al 10° km, si trovava in evidenti difficoltà respiratorie ed alle prese con un fastidioso risentimento al di sotto del polpaccio destro. I trascorsi da canottiere ,e quindi di sportivo abituato a soffrire ,gli hanno permesso di stringere i denti e di giungere comunque al traguardo dopo un doveroso calo di velocità. Questa sua caparbietà merita un particolare elogio da parte mia e sono sicuro che col tempo, acquisito l'indispensabile background podistico, otterrà buoni risultati.
I poco più di 18 km del tracciato si sono rivelati ,come era nelle previsioni della vigilia, piuttosto impegnativi con continui "up & down" , i quali sollecitavano con vigore la muscolatura ed il cuore.
In definitiva alla fine si è rivelato un buon allenamento in una cornice paesaggistica notevole considerato il cielo limpido che ci ha dato l'opportunità di godere di un panorama splendido con le cime delle montagne ben innevate.
Come di norma numerosi gli amici incontrati e mi preme di salutare la coppia Cris & Pier visti prima dello start ma poi ritornati in fretta all'ovile al termine della prova. Le loro mogliettine hanno concesso una breve fuga dalle mura domestiche e quindi giustamente non potevano intratternersi molto.......:-)
Perfetta l'organizzazione dell'evento e quindi doveroso da parte mia sottolinearlo.
Attendo le foto scattate dal mago dell'obiettivo Mr. Roberto Mandelli

God bless you !

domenica 23 marzo 2008

Cassio la carta vincente!

.....della nostra staffetta 4x200 m. stile libero che si è riconfermata Campione d'Europa ad Eindhoven per la quinta volta consecutiva!
un applauso anche agli altri componenti lo squadrone azzurro vale a dire Brembilla, Rosolino e Magnini.

God bless you !

sabato 22 marzo 2008

Tania d'oro!

foto Arceri

Inaspettatamente ma per questo motivo ancor pìù meravigliosa l'impresa della tuffatrice Tania Cagnotto la quale, seppur in condizioni fisiche non ottimali causa un polso contuso durante un recente allenamento, s'aggiudica la medaglia d'oro nella piattaforma (10 mt.) ai Campionati Europei in corso svolgimento ad Eindhoven (OLA) e bissa il successo del 2004. L'atleta italiana ormai votata al trampolino da 3 metri si è detta sorpresa lei stessa della splendida prova ed ora cercherà di centrare uno storico bis. Sarà inoltre impegnata nella gara di tuffi sincronizzati dalla piattaforma e chissà mai che sull'onda dell'entusiamo non riesca ,in compagnia dell'altra trentina Dallapé, a regalarci un'altra medaglia.
Sempre dalla piattaforma da rimarcare anche la bella prova dell'altra tuffatrice italiana Valentina Marocchi giunta quinta.
Sinora il medagliere della pattuglia azzurra agli Europei di nuoto e tuffi vede il netto predominio del gentil sesso per cui sarà utile che i maschietti si diano una mossa altrimenti occorrerà ridiscutere quale sia il sesso debole....


God bless you !

venerdì 21 marzo 2008

A voi .......

foto Arceri

è la frase che la grandiosa Alessia Filippi rivolge ai suoi tifosi ,allenatori ,amici presenti sugli spalti della piscina coperta olandese di Eindhoven dopo aver vinto con una magistrale progressione gli 800 metri stile libero ai Campionati Europei di Nuoto bissando l'oro vinto martedì scorso nei 400 misti. Poco più tardi la nuotatrice romana contribuisce alla conquista della medaglia di bronzo nella staffetta 4x200 stile libero femminile.
Ora dopo questa performance ipotizzare una grossa chance di medaglia alla prossima olimpiade cinese per la Filippi è molto più di una speranza.
Complimenti Alessia !!!!!

God bless you !

giovedì 20 marzo 2008

Scarse motivazioni

Con la maratona di Lecco termina il mio tour podistico che dal 31 dicembre 2007 al 16 marzo 2008 mi ha impegnato in 4 maratone ed altrettante mezze. Buone , sempre tenendo in considerazione il mio basso livello prestazionale, le gare sulle brevi distanze mentre ottima prova di carattere domenica scorsa dopo la scoppola rimediata a Salsomaggiore dove ero convinto di ben figurare mentre l'avvento d'indesiderati acciacchi a livello muscolare e forse una partenza brillante hanno minato il morale facendomi giungere all'arrivo piuttosto amareggiato e dolorante.
Forse inserirò il mese prossimo un'altra gara podistica ma nulla a che vedere con la maratona e dovrei da questo fine settimana riprendere la preparazione in sella alla mia bici in vista dell'IM di Lanzarote ma la mente è impegnata a cercare di risolvere altre problematiche lasciando in un angolo il discorso triathlon quindi le motivazioni sono a livello molto basso. Spero di riuscire a concludere qualche uscita attorno ai 120-130 km per poter sperare d'arrivare al traguardo nell'isola canaria ma tuttora i dubbi permangono.....
Non ho mai finalizzato la disputa di un IM per il conseguimento di un particolare crono finale perchè, come ben sanno coloro che mi conoscono, detesto tempi e classifiche ma il desiderio è sempre quello d'arrivare dopo aver sofferto il meno possibile col sorriso sulle labbra anche se quest'anno ahimè sarà una bella lotta riuscirci.

God bless you !

martedì 18 marzo 2008

Record visite !

Questa mattina nel visionare tramite Shiny Stat gli utenti venuti cortesemente a visitare ieri il mio blog ho letto con stupore la ragguardevole cifra di 184 visite !
un caloroso grazie a tutti i visitatori !

God bless you all !

lunedì 17 marzo 2008

Maratona di Lecco :bagnata e caotica la prima ....

Si è svolta ieri la 1^edizione della Maratona e Maratonina Città di Lecco voluta fortissimamente dal mio vulcanico presidente del Triathlon Lecco Renzo Straniero e che alla vigilia aveva riscosso un buon riscontro come numero di partecipanti malgrado la concomitanza con la più celebre maratona di Roma. Purtroppo il noviziato nell'organizzare codeste manifestazioni sportive e quindi l'inesperienza comporta la comparsa di alcuni disagi per gli atleti ed i magnifici volontari, persone encomiabili per il loro onesto contributo ma molto spesso non sufficentemente preparati per simili eventi. La pioggia scesa copiosamente prima e per parecchio tempo anche durante la prova ha contribuito a rendere ancora più problematico il lavoro organizzativo. La prima defaillance è stata la mancanza di un congruo numero di persone addette alla distribuzione dei pettorali avvenuta in luogo angusto con un accesso alla struttura che non consentiva un regolare deflusso, causando un'interminabile coda d'atleti in attesa sotto l'acqua.....
La stessa entrata serviva anche per coloro già in possesso del pettorale e intenzionati a cambiare gli indumenti ed indossare quelli per la gara ,quindi il caos creatosi ha assurto prorporzioni inimmaginabili e tutto ciò ha causato il posticipo della partenza avvenuta con 15 minuti di ritardo alle 9.15. Al mio arrivo a Lecco alle 7.30 di mattina ho dovuto parcheggiare vicino al vecchio ospedale e prendere la prima razione d'acqua piovana sino a Piazza Cermenati luogo deputato al ritrovo per i partecipanti. Mi sono cambiato sotto un tendone in mezzo alla gente e poi è stata un'odissea far breccia nella folla, piuttosto seccata ed in attesa d'ottenere l'agoniato pettorale, per entrare a depositare la borsa con gli indumenti.
Non mi sono scaldato prima dello start ,ero infreddolito e mi sono allineato insieme agli altri concorrenti sperando di partire al più presto. Al via, slalom tra i concorrenti e poi a sensazione ritmo subito alto anche se l'imprecisione dei riferimenti chilometrici non permetteva di conoscere la reale andatura. In quasi tutte le maratone è difficile trovare cartelli dei vari km posizionati correttamente e la cosa mi lascia esterreffatto considerati i precisi strumenti tecnologici utilizzabili ai giorni nostri ! La corsa si snodava prima all'interno di un circuito cittadino poi ci si dirigeva verso Parè di Valmadrera ,si ritornava in città e quindi verso il Bione. I continui cambiamenti di direzione con curve a 90° ed alcuni passaggi critici dove i volontari dovevano provvedere ad indirizzare sulla retta via i concorrenti hanno causato alcuni disguidi con errori di percorso e conseguenti ritiri di alcuni atleti. Il gruppo del quale facevo parte al km 20 è stato erronemanente invitato a svoltare a sinistra quando invece doveva girare a dx e compiere un andirivieni di circa 400-500 metri cosa che invece ho effettuato prima di giungere al traguardo ma accorgendomi che gli ultimi 2 km erano sensibilmente più lunghi del dovuto. Coloro che hanno corso la maratona completando correttamente i due giri come da copione hanno percorso circa 600-700 metri in più.....
Dopo la mezza del lago Maggiore le mie personali sensazioni a livello di forma fisica erano pessime ed infatti nell'unica breve uscita settimanale di corsa effettuata giovedì scorso avevo le gambe pesanti e facevo fatica a tenere ritmi lenti. Mi ero ormai rassegnato a correre una maratona d'attesa cercando strada facendo di gestire l'inevitabile crisi e quindi senza particolari ambizioni cronometriche. Dopo aver usufruito della numerosa compagnia dei partecipanti alla maratonina al 22° km ero praticamente da solo poi al 27° ecco che mi raggiunge l'amico Italo Conti. Ci affianca con la MTB dell'organizzazione un altro amico del Triathlon Lecco Riva Pietro iscritto alla prova ma, causa mal di schiena, impossibilitato a partecipare e ci motiva parecchio invitandoci a non mollare perchè eravamo ben piazzati. Dopo la tosta salita di Parè Italo tenta l'allungo perchè vuole riprendere alcuni concorrenti che lo precedono ma io non sono in condizione di seguirlo e mantengo il mio passo e la decisione presa è molto saggia perchè con mio grande stupore riacquisto brillantezza e tra il 35° ed il 37° km raggiungo sia Italo che un altro amico Danilo Cantù. Mi rilasso dopo il 39° km e malgrado vedo a circa un centinaio di metri un concorrente davanti a me non cerco di riacciuffarlo e giungo felicemente al traguardo dopo aver sofferto e sopportato l'inevitabile mal di gambe. La gioia è immensa e ora posso dire Ame is back!
Come di norma debbo ringraziare i numerosi amici trovati i quali anche durante la gara mi hanno incitato e la cosa non può che farmi piacere. Innanzitutto sia per cavalleria che per bravura desidero sottolineare la bella prova di Valentina indecisa se prendere parte o meno all'evento e martellata psicologicamente dal sottoscritto la scorsa settimana per convincerla. Anche Il suo boyfriend e mio grande amico Roberto "Osso" merita una citazione particolare perchè oltre alla solita simpatia mi ha ritirato il pettorale il sabato pomeriggio evitandomi la via crucis della domenica...
Ho rivisto con piacere l'amico Mario Fattore e il bel gruppo del CTL 3 formato da Danilo,Cesare,Stefano. Come sempre cordiale e folto il gruppo dei miei compagni di squadra dei RB capitanati dal presidente Di Nardo e dall'instancabile segretario Gregorio Zucchinali.
Speriamo che l'amico Renzo sappia far tesoro delle costruttive lamentele ricevute e ci possa regalare una seconda edizione della manifestazione capace di mettere tutti d'accordo.
Ora dovrei prendere in seria considerazione l'utilizzo della bici perchè forse ,se non erro ,avrei un impegno a fine maggio dove è richiesta la presenza della stessa........
Ma le sorprese podistiche non sono concluse e quest'anno cercherò di finire solo dignitosamente le prove IM per cui pedalerò ancor meno del poco che facevo in passato affidandomi alla buona sorte.
God bless you !

domenica 16 marzo 2008

Biathlon Holmenkollen: Brava Michela !

Purtroppo la mia presenza fuori dalle mure domestiche per correre la maratona di Lecco non mi ha permesso d'assistere alle mie gare preferite ovverosia le Mass Start. Ma facciamo un passo indietro e nella giornata di sabato mi sono gustato le prove ad inseguimento dove il beniamino di casa e stella nascente Svendsen non trovando il giusto feeling al poligono ,nonostante la solita superba prova sugli sci , butta alle ortiche una vittoria alla sua portata e concede al russo Tcherezov,protagonista di una prova regolare, di aggiudicarsi la gara ,seguito a ruota dalla riconferma austriaca Pinter e dallo stesso Svendsen. Tedeschi poco precisi al tiro e l'accoppiata Greis - Roesch giungono 4° e 5°.
La Sleptsova domina la prova al femminile seguita a ruota dalla Wilhelm e dalla sorprendente cinese Liu mentre la Bailly si piazza al quarto posto lasciando al settimo la leader di coppa Neuner in non perfette condizioni fisiche e fallosa con ben 6 errori al tiro.
Oggi la mass start femminile vede la vittoria di Kathy Wilhelm autrice di una gara da incorniciare che precede la norvegese Rogstad ed udite udite la nostra valorosa Michela Ponza. Bailly sesta, Neuner nona e capace coi suoi 21 anni d'essere la più giovane vincitrice di Coppa del Mondo nella storia del Biathlon femminile.
Finale al fotofinish per la priva maschile con vittoria del ceco Slesingr ai danni del russo Kruglov mentre il regolare norvegese Hanevold ottiene la terza piazza. Nonostante la sua assenza il cannibale del Biathon Bjorndalen s'aggiudica anche la coppa di specialità dopo aver messo in bacheca quella generale ,della sprint e dell'inseguimento......
Incredibile!
La notizia però più confortante per l'intera carovana del biathlon ed i suoi estimatori, tra i quali il sottoscritto, è la dichiarazione rilasciata dall'asso norvegese : "continuerò sino ai giochi olimpici invernali di Sochi del 2014 ". Le voci che lo davano sicuro transfuga con destinazione coppa del mondo di sci di fondo sono quindi prive di fondamento.
Finisce un'altra stagione ricca di gare entusiasmanti ma non avevo dubbi in merito perchè questa disciplina sportiva è sicuramente una delle poche dove l'emozioni ed i colpi di scena sono all'ordine del giorno.

God bless you all Biathletes !

venerdì 14 marzo 2008

Un decimo di secondo : che libidine!



Giornata d'apertura delle finali di Coppa del Mondo di sci di fondo in corso di svolgimento a Santa Caterina Valfurva (SO) e nell'insolita gara corsa sulla distanza di 3.3 km il sappadino Pietro Piller Cottrer ci regala un'insperata vittoria considerando che il campione nostrano è un'atleta votato alle distanze più lunghe. Oggi la neve piuttosto pesante e quindi lenta ha sfavorito gli specialisti delle gare sprint e concesso anche ai "fondisti" di poter lottare per la vittoria. Per un solo decimo di secondo il nostro atleta bellunese si aggiudica la prova a scapito del norvegese Tord Asle Gjerdalen mentre 3° a meno di due secondi il ceco Martin Jaks. Bella prestazione anche per il coriaceo Giorgio Di Centa giunto 5°. Domani la 20 km mass start a tecnica classica ed occorrerà limitare i danni nei confronti degli specialisti scandinavi.

BRAVO PIETRO !


God bless you !

giovedì 13 marzo 2008

Biathlon Holmenkollen

La truppa dei biatleti disputa l'ultima tappa della lunga Coppa del Mondo nel luogo forse più ricco di tradizione per quanto concerne lo sci nordico ossia Holmenkollen e se tra le fila maschili l'idolo di casa Bjorndalen ha già archiviato la vittoria nella graduatoria generale lo scorso fine settimana, fra le donzelle la musica cambia e sarà lotta con le carabine......tra i denti per aggiudicarsi il trofeo più ambito.
Dalla prima gara sprint di oggi sembrerebbe che la francese Bailly sia in leggero calo di forma ed ovviamente la nutrita combriccola tedesca ne ha subito approfittato con la Neuner malgrado una prova non eccezionale di quest'ultima. Vincitrice di giornata a sorpresa è stata la russa Sleptsova veloce sugli sci la quale, malgrado un errore al poligono, precede la norvegese Berger e la tedesca Wilhelm. Nelle prime 8 troviamo ben 5 tedesche e la dice lunga sullo strapotere teutonico in campo femminile. Ora la Neuner è al comando della graduatoria generale davanti alla connazionale Henkel ed alla Bailly la quale con questa opaca prestazione ha visto scemare la vittoria della Coppa di specialità andata alla cannibale Neuner che si era già aggiudicata quella relativa alle gare Mass start. Certo che se trova continuità la giovane tedesca può diventare la dominatrice assoluta per un bel po' di anni....
Il crack di fine stagione è il norvegese Svendsen una spanna al di sopra di tutti perchè scia a velocità supersoniche e spara altrettanto bene lasciando le briciole agli altri, Bjorndalen compreso, oggi molto lento sugli sci e relegato a più di un minuto e mezzo dal vincitore. Una vera disfatta davanti al pubblico amico e gara ad inseguimento ormai compromessa. Splendida gara del tedesco Roesch velocissimo nella sessione di tiro in piedi giunto secondo e lo stesso dicasi per l'austriaco Pinter terzo al traguardo.
Sabato gare ad inseguimento e domenica le spettacolari Mass start.
God bless you !

GEORGE BENSON love x love

George Benson love ballad

George Benson - Breezin'

the GREAT George!

martedì 11 marzo 2008

Che grande voce!

video

Una delle mie canzoni preferite in assoluto! l'ascolti e ti proietta in un'altra dimensione...

lunedì 10 marzo 2008

Lago Maggiore Half Marathon



da sx Ilenia , Ame, Matteo

Non era prevista ma come al solito la parola "programmazione gare" non rientra nel mio dizionario sportivo ed allora per pura casualità mi sono ritrovato al via anche della prima edizione della "Lago Maggiore Half Marathon",complice la rinuncia di una ragazza conosciuta dall'amico Daniele il quale molto gentilmente si è premurato di ritirarmi il pettorale della gara sabato scorso. Non è stato semplice ottenere dall'organizzazione il trasferimento dell'iscrizione in quanto le stesse erano chiuse e solo il venerdì pomeriggio ho ricevuto conferma, dopo varie telefonate, di poter parteciapre all'evento.
Compagni di viaggio in questa grigia ed umida giornata di marzo sono il giovane e compagno di squadra nei RB Matteo ,ragazzo amante delle corse in montagna ma sicura promessa nella maratona ,la sua simpatica ragazza Ilenia piuttosto triste perchè impossibilitata a gareggiare causa una fastidiosa tendinite e il padre di Matteo. Quando di primo mattino arriviamo a Stresa l'umidità mi penetra nelle ossa e la mente ripensa al precedente fine settimana dove un tiepido sole associato ad una temperatura primaverile mi avevano accolto allorchè pedalavo con gli amici del luogo sulle strade che costeggiano il lago Maggiore. Che tristezza .....
Eccolo il battello giungere ma, considerato l'alto numero dei partecipanti ,si è deciso di predisporre un'altra corsa. Nel primo con stupore saluto il napoletano Tommaso Violano forte Ironman mentre nel secondo oltre a Daniele rivedo l'amico Nerino ed un altro Ironman reggiano vale a dire Ale Mattioli che abbraccio calorosamente. Non vedo l'ora di riscaldarmi un po' corricchiando in attesa della partenza ed una volta entrato nel box è come sempre inevitabile ritrovarsi e scherzare con i molti amici. Incontro anche il fisioterapista Renzo che lavora nello studio con Cris e lo vedo bello carico e deciso a ben figurare. Vengo colto di sorpresa dal colpo di pistola e mentre corro il primo km. mi si affianca un triatleta il quale leggendo il mio nome sulla canotta mi saluta e dice d'essere passato qualche volta a leggere il mio blog e di scrivere sul forum FCZ con lo pseudonimo Camaso. Il percorso non è propriamente veloce ed adatto a fare un "tempone" come erroneamente avevano indicato gli organizzatori nei depliants pubblicitari della gara ma cerco, senza strafare ,di rimanere in gruppo anche se le gambe non hanno la solita fluidità e temo di dover pagare alla distanza la pedalata del giorno precedente. Raggiungiamo la seconda donna e il ritmo cala un poco ma attorno al 16° km qualcuno azzarda un cambio di ritmo ed io forse poco intelligentemente lo inseguo. L'amico Camaso è un po' in affanno ,lo attendo, mi volto ma non riesce a ricucire lo strappo anche se dimostra d'essere un atleta di carattere. Ultimo ed indigesto strappetto al 19° km e poi finalmente mi dirigo verso l'arrivo attorniato dai soliti competitivi podisti che alla vista del traguardo s'infervorano e fanno la volata come se dovessero vincere la gara....
Conclusa la prova noto con profondo dispiacere le pecche organizzative della manifestazione perchè l'assenza di cartelli getta nello sconforto i partecipanti che si trovano nel marasma collettivo e non sanno ad esempio dove sono le docce e dove debbono riconsegnare il chip. Riesco ad individuare le docce presenti alle scuole e per fortuna giungo tra i primi alla struttura perchè il locale è di dimensioni piuttosto ridotte senza una straccio di sedia o un attaccapanni ! era stato messo a disposizione un palazzetto a circa 1 km dall'arrivo ma credo che considerando il freddo, la pioggia e l'umidità presenti pochi avranno avuto la voglia di farsi il tragitto. Nota positiva invece la chiusura totale al traffico lungo l'intero percorso.
Complimenti all'amico Renzo per la sua splendida prestazione che gli è valsa il primato personale mentre ringrazio Camaso per la compagnia durante la gara e spero di rivederlo, com'è nei suoi sogni ,alla partenza di un Ironman. Un tributo particolare per l'amabile compagnia prima e dopo la gara va riservato a Ilenia, Matteo ed al padre di quest'ultimo.
Si ritorna a soffrire domenica prossima con la prima edizione della Maratona di Lecco.

God bless you!

domenica 9 marzo 2008

Moelgg : finalmente c'è l'ha fatta !

foto Repubblica.it

Dopo tanti secondi posti un po' di gloria per il nostro alfiere l'altoatesino Manfred Moelgg vincitore stamane dello slalom speciale disputatosi a Kranjska Gora (SLO).

Se lo meritava .......


God bless you !

Biathlon: Khanty Mansyisk


Ultime due gare oggi in terra siberiana e nella 15 km. Mass start maschile vittoria a sorpresa del polacco Sikora seguito in classifica dal tedesco Graf che soffia al fotofinish il secondo posto al ceco Slezingr. Con il sesto posto di oggi Bjorndalen s'aggiudica la Coppa di specialità e per la quinta volta in carriera anche quella generale dove vanta anche 5 secondi posti.......
Infinitamente grande il norvegese !
Tra il gentil sesso sulla distanza di 12,5 km Mass start bis della Hitzer che sfrutta un'altra giornata negativa al tiro della talentuosa Nuener giunta seconda mentre la russa Sleptsova si aggiuduca la terza piazza. Giornata no per la francese Bailly arrivata ventesima dopo una serie infinita d'errori con la carabina e discorso di Coppa generale che si deciderà il prossimo fine settimana nel tempio dello sci nordico vale a dire Holmenkollen la famigerata collina a nord d Oslo. Buona prova di Michela Ponza giunta settima e Neuner che s'aggiudica la Coppa di specialità e chissà mai che in terra norvegese non le riesca il colpaccio d'agguantare anche quella più prestigiosa.....

God bless you !

sabato 8 marzo 2008

Biathlon: Khanty Mansyisk

Penultima tappa della Coppa del Mondo di Biathlon e sede delle gare è Khanty Mansyisk nella fredda Siberia dove però i protagonisti sono sempre gli stessi dell'ultimo periodo con il ritorno alle gare del campionissimo Bjorndalen dopo la sosta coreana e successo n. 81 nella gara sprint di giovedì seguito a ruota dal forte giovane connazionale Svendsen e dal russo Makoveev. Tra le donne vittoria della Neuner la quale pur fallendo un bersaglio al poligono relega la leader di Coppa Bailly al secondo posto mentre la regolare Akhatova giunge terza. Nona la Ponza.
Oggi nella gara ad inseguimento maschile detta legge Svendsen mentre Bjorndalen è inguardabile al poligono commettendo ben 7 errori ed arrivando solo 7° cosa che gli permette di vincere la coppetta di specialità e ad essere quasi sicuro trionfatore nella Coppa generale. Il polacco Sikora si dimostra oggi abile cecchino e giunge secondo mentre il russo Makoveev rinnova la sua presenza sul terzo gradino del podio. In campo femminile gara perfetta per tre quarti della Neuner poi commette 4 errori nell'ultima serie di spari in piedi e lascia che a contendersi la vittoria siano la Bailly e la compagna di squadra Hitzer, la quale allunga sulla francese e coglie la sua prima vittoria in Coppa.Terza la Henkel la quale perde terreno, così come la Neuner giunta quinta, dalla Bailly nella classifica generale e si preannuncia un finale di stagione molto combattuto se teniamo conto che i tre peggiori risultati verranno scartati. Bella rimonta della Ponza che riesce ad acciuffare nel finale un dignitoso 6° posto.
Domani le due emozionanti gare Mass start ma ahimè non potrò seguirle.......

God bless you!

lunedì 3 marzo 2008

Meraviglioso fine settimana ....

Il mio grande amico "Beginner Monto" mi ha concesso l'onore di passare in sua compagnia tutto lo scorso fine settimana cogliendo anche l'occasione per fare un salto dal Matteo Zanetti ,valente biomeccanico il quale gli ha curato nei minimi particolari la posizione in sella alla sua amata Guerciotti. Nella mattinata di sabato ho portato il Monto sul mio solito percorso podistico ed abbiam fatto lavorare l'apparato cardiocircolatorio per circa un 'oretta sui leggeri saliscendi del circuito situato nei pressi del lago di Sartirana. Gambe piuttosto legnose al termine della seduta per la giovane promessa di Nebbiuno ma si deve considerare il suo non ottimale stato di forma dopo il recente infortuneo al tendine rotuleo. Nel pomeriggio mentre eravamo in attesa d'effettuare il test biomeccanico,il Monto riceveva dagli amici sms di conferma per il giro in bici del giorno seguente ed io cominciavo ad elaborare nella mia mente l'opportunità d'aggregarmi. Detto,fatto. Terminato il test facciamo ritorno a casa mia e dopo aver cenato ci dirigiamo verso casa del Monto pronti la domenica mattina per raggiungere a Meina il resto della comitiva. Sin dal primo mattino notiamo con grande piacere la scomparsa del forte vento presente il giorno precedente e la temperatura ,stranamente primaverile , risulta essere l'ideale per una splendida pedalata in compagnia. La spedizione sulle due ruote prevede il seguente equipaggio: Ame,Begginner Monto, Mirko detto "il Colosso di Gattico" in sella alla sua nuova fiammante Cervélo Soloist ,Paolo, Daniele Ultra e l'amico AleMello. Dopo pochi km veniamo raggiunti da un ex pro di ciclismo abile traghettatore ad alta velocità del "Gruppo vacanze Piemonte" sino a Stresa poi ci lascia e noi continuamo il tragitto in direzione del mitico lago di Mergozzo teatro di grandi sfide sportive in campo triatletico e sede nel lontano 1998 della prima gara su distanza IM italiana. Bei tempi.....
Prima di giungere al terzo lago di giornata quello d' Orta piccola escursione a Cesara paesino al quale si può arrivare al termine di una dolce ascesa lunga circa 5 km e dove si può ammirare mentre si sale un ameno panorama. Il clima è gradevole allietato anche da qualche piacevole incontro in jeans......poi ad un certo punto il Mello lascia la compagnia e fa ritorno a Gravellona. Poco dopo la bella combriccola si ferma per i saluti ed i ringraziamenti di rito ed ognuno si dirige verso casa. Quando siamo a circa 8 km da Nebbiuno la mia ruota posteriore comincia a sgonfiarsi lentamente allora mi alzo sui pedali e percorro in questa posizione la salita sino all'inizio del paese giungendo felicemente a casa del Monto e tirando un sospiro di sollievo....
Il pomeriggio sportivo calcistico non è foriero di buone notizie (vedi ignobile sconfitta bianconera...) ma il morale si risolleva assistendo alla bella prova della staffetta mista di biathlon capace di sfiorare la vittoria. Serata invece positiva grazie alla débacle dei neroazzurri di Moratti ed alla visione di un tranquillo film intitolato "Uno su due" con protagonista Fabio Volo che mi ha indotto a pensare come molto spesso le persone capaci di raggiungere un alto status a livello sociale tendano a cercare d'avere tutto sotto controllo e quando lo perdono si trovano spaesate e alla deriva.
Non posso esimermi dal ringraziare il mio Beginner preferito, la giovane promessa del triathlon nostrano alias Monto e tutti gli amici presenti alla piacevole pedalata perchè la bellezza dello sport è lo stare insieme condividendo in allegria queste ore spensierate.
p.s. all'amico criceto Santi : hai visto che l'ho ripresa la bici ? :-)

God bless you !

domenica 2 marzo 2008

Biathlon: MAGICA ITALIA !

Nelle ultime due gare della tappa coreana di Pyeong Chang presigiosi piazzamenti per i colori italici con la riconferma dello splendido momento di forma di Michela Ponza capace di risalire sul podio nella gara ad inseguimento femminile,ma stavolta al secondo posto dietro un'imprendibile Bailly, la quale in virtù di questo meritato successo si issa al comando della graduatoria femminile di Coppa del Mondo inseguita dal quartetto tedesco formato da Henkel,Neuner,Wilhelm,Glagow. Terza la russa Akhatova ultimamente in netta ripresa dopo un inizio di stagione deludente. Altro giro, altro regalo e nella giornata odierna vittoria sfiorata d'un soffio dalla nostra staffetta mista sconfitta dalla Norvegia grazie ad un proverbiale finale di gara di Os il quale inserisce il turbo sull'ultima salita e saluta il duo italo francese composto da De Lorenzi e Boeuf andando a cogliere l'ennesimo successo per la compagine scandinava. Nello sprint finale per aggiudicarsi la seconda piazza De Lorenzi lotta con ardore e precede il transalpino Boeuf. Disastro per i freschi campioni mondiali della specialità ossia i tedeschi giunti solamente ottavi. Speriamo che l'imprevista ma piacevole serie di risultati positivi ottenuti dai nostri biatleti azzurri possa avere un seguito a Khanty Mansiysk nella lontana Siberia la prossima settimana.