domenica 30 dicembre 2007

BUON ANNO !

video
Questo splendido connubio musicale tra due artisti molto significativi per il loro indiscusso talento quali il poliedrico Jonathan Butler e l'abile saxofonista Kirk Whalum è il modo migliore per il sottoscritto d'augurare a tutti un buon fine anno e uno splendido 2008.
La spiritualità che trasuda nell'interpretazione del brano "Falling in love with Jesus" mi ha positivamente colpito ed affascinato .
God bless you !

sabato 29 dicembre 2007

Os...Cena !

Con questo gioco di parole desidero sottolineare la luculliana cena consumata ieri sera nella dimora dell' Ironinfermiere Giampietro.
Dopo la sua "volontaria" parentesi africana in ottobre non avevo avuto ancora l'opportunità di rivederlo e quando l'altro giorno l'ho chiamato per i canonici auguri natalizi mi ha proposto una cena per chiudere in bellezza l'anno. Ho accettato l'invito senza la minima esitazione perchè sia la consorte Isa che le due figlie formano una splendida famiglia capace ti metterti a tuo agio rendendo piacevoli questi convivi in loro compagnia.
A completare la tavolata con immenso piacere ho rincontrato altri due amici di Giampietro presenti quest'anno nella comitiva che lo ha moralmente sostenuto durante la trasferta relativa all' Ironman di Lanzarote ossia la mitica Dottoressa Edda Pellegrini ostetrica di fama internazionale e Sergio un altro blasonato infermiere. Ovviamente non mi sono risparmiato con la forchetta in mano e dopo uno squisito risotto ai funghi sono seguiti nell'ordine fette di bresaola con ripieno di formaggio fresco , lenticchie, bis di tiramisù, tris di gelato gentilmente offerto dalla Edda , torroncini calabresi , caffè e prima di far ritorno a casa una bella tisana!
Dopo codesta lauta cena ci siamo trasferiti dalla tavola al divano e rivisto tramite dvd la sfortunata avventura dell'Ironinfermiere al Bodensee Tri-Challenge quella tanto per intenderci dove il nostro valoroso Giampi si era sentito dire da un giudice di gara troppo zelante la famosa frase "c'est l'heure d'aller à la maison...".
Inutile rimarcare le fragorose risate allorchè si commentavano le varie fasi della gara caratterizzata dalla presenza di pochi atleti ai nastri di partenza e dalla mancanza di pubblico durante l'impegnativa frazione ciclistica dove non di rado si rimaneva da soli con i propri pensieri immersi in paesaggi attraenti dal punto di vista paesaggistico ma psicologiacamente duri d'affrontare sotto l'aspetto puramente altimetrico....
A seguire abbiamo visionato le foto ,abilmente trasportate su cd ed animate ,della vacanza a Lanzarote dove il clima quest'anno è stato stranamente inclemente con temperature poco consone all'isola canaria e con diversi giorni caratterizzati da scrosci d'acqua. L'impossibilità di prendere la tanto agoniata tintarella ha un po' guastato il soggiorno della truppa capitanata dal Giampi . Sia lui che la moglie Isa sono rimasti particolamente affascinati dalle bellezze naturali presenti sul suolo lavico ed intenzionati a ritornarci in futuro.
Ringrazio in primis la Famiglia Cornaro per la sontuosa ospitalità e sincera amicizia nonchè Eddda e Sergio per la simpatia, cosa che mi ha permesso di passare una serata veramente speciale ed in questo periodo ne avevo veramente bisogno.

God bless you !

domenica 23 dicembre 2007

Camminata Bergamo ha un cuore grande

Era parecchio tempo che non prendevo parte ad una non competitiva e l'idea di parteciparvi è nata ieri sera quando ero al telefono con l'amico Franchino il quale mi parlava di voler correre l'indomani mattina. Alla mia improvvisa domanda "perchè domani non andiamo a Bergamo?" il Franchino ha risposto positivamente così questa mattina di buon ora eravamo già sulla strada che dalla Brianza ci portava alla periferia della città orobica.
Causa problemi fisici il compagno d'avventura optava per la 10 km mentre il sottoscritto propendeva per la 17 km. e dopo le 8.30, orario insolito per le mie abitudini ,partivo sotto una pioggerellina fine verso la splendida città alta incontrando dopo pochi km l' Ale Sartori forte triatleta dello Steel Triathlon. Salivo in sua compagnia sino all'entrata della magnifica città vecchia e poi abbandonavo la compagnia aumentando leggermente l'andatura. Dopo circa 4 km. una ripida e viscida discesa mi riportava nella zona bassa poi dopo qualche tratto in piano voilà! la stilettata per i miei poveri quadricipiti con un 'erta che li ha dilaniati a tal punto da dover percorrere al passo qualche centinaio di metri ......
Dopo questo faticoso inerpicarsi attorno alle mura che caratterizzano il vecchio borgo fastidiosa per le mie ginocchia risulta essere la successiva discesa e quando finalmente raggiungo i viali pianeggianti che mi condurranno all'arrivo tiro un sospiro di sollievo. Purtroppo la scarsa presenza di volontari ed il traffico cittadino hanno costretto i partecipanti a soste nei pressi degli incroci e in qualche occasione mi sono trovato a tu per tu con una macchina incurante del mio incedere. Malgrado l'ameno paesaggio questi percorsi ricchi di saliscendi non sono pane per le mie ginocchia ed in effetti ora avverto un leggero fastidio alla rotula del ginocchio destro.
Ritrovo al ristoro di fine gara il segretario dei Runners Bergamo Zucchinali ed altri compagni di società ed una volta ritirato il panettone ritorno alla macchina dove m'attende il Franchino contento d'essere riuscito a correre malgrado una non perfetta condizione fisica.
Ora la mente è già proiettata all'ultimo appuntamento stagionale previsto il 31 dicembre con la Maratona di S.Silvestro a Calderara (BO) dove ritroverò la combriccola ferrarese ed altri cari amici . Anche oggi mi sono reso conto della mia attuale pietosa condizione atletica indi per cui metto in preventivo una gara dove mi trascinerò al traguardo conscio del fatto che finalmente riuscirò al termine della stessa ad assaggiare la famosa brazadela tipico dolce ferrarese e brindare con tutti gli amici....
Questo è il bello dello sport amatoriale !

God bless you!

giovedì 20 dicembre 2007

Viaggio per IRONMAN LANZAROTE

In occasione dell’ IRONMAN LANZAROTE rinomata gara di triathlon che si disputa ogni anno nel mese di maggio attraversando gli scenari mozzafiato dell’omonima isola vulcanica in collaborazione con l’Agenzia GARIBOLDI VIAGGI E TURISMO proponiamo un’opportunità di vacanza-gara in compagnia dal 21 al 28 maggio 2008. Questo gradevole soggiorno contribuirà a mostrarvi le incredibili bellezze naturali di codesta isola dell’arcipelago canario facente parte del patrimonio dell’Unesco ed ammirare paesaggi lavici quasi surreali dove la natura è rimasta sovrana dell’ambiente. Il pacchetto volo di linea + hotel è prenotabile direttamente contattando l’Agenzia suddetta al seguente recapito telefonico 039.9903765. il costo del volo è variabile in funzione della data di prenotazione mentre per quanto concerne il soggiorno è previsto presso il club “Flora Aparthotel” di Puerto del Carmen con trattamento all-inclusive al prezzo di 40 euro per persona/giorno in camera doppia.
Quota gestione pratica: 25 euro a persona

Per informazioni:
. Amedeo Bonfanti cell. 338-6294991 oppure al seguente indirizzo di posta elettronica ambonfa@tin.it

Per informazioni e prenotazioni:. Agenzia GARIBOLDI VIAGGI E TURISMO al seguente numero 039-9903765

mercoledì 19 dicembre 2007

Biathlon Pokljuka

Terza tappa di Coppa del Mondo a Pokljuka in Slovenia e buone notizie per i colori azzurri con la stratosferica prova di Manuela Ponza all'altezza della situazione al poligono di tiro ,qualità ampiamente dimostrata nella passata stagione, ma soprattutto abile con gli sci ai piedi. La vittoria è sfuggita di mano alla nostra eroina di giornata per 55 secondi. Finalmente una boccata d'ossigeno per la spedizione tricolore dopo un inizio di stagione piuttosto deludente.

Ecco tutti i risultati.
20 km maschile : 1° SVENDSEN (NOR) 2° WOLF (GER) 3° SEDNEV (RUS)
Opaca prova sia di Bjorndalen (20°) che di Yaroshenko (25°) i due protagonisti d'inizio stagione.
15 km femminile : 1° IOURIEVA (RUS) 2° PONZA (ITA) 3° GLAGOW (GER)
Da segnalare l'imprecisione al tiro di molte atlete germaniche cosa insolita.
10 km sprint maschile : 1° BJORNDALEN (NOR) 2° YAROSHENKO (RUS) NILSSON (SWE)
Riscatto del mio paladino ma vittoria striminzita per meno di 5 secondi nei confronti della nuova stella russa del biathlon mondiale
7,5 km femminile : 1° BAILLY (FRA) 2°MAKARAINEN (FIN) 3° NEINER (GER)Continua il momento magico della carina biathleta d'oltralpe e clamorosamente notiamo come in nessuna delle prove individuali vi sia sul gradino più alto del podio un atleta tedesco.
Staffetta 4x7,5 km maschile : 1° RUSSIA 2° GERMANIA 3° AUSTRIA
Giornata da dimenticare per la forte compagine norvegese disastrosa al poligono di tiro.
Staffetta 4x6 km femminile : 1° GERMANIA 2° RUSSIA 3° FRANCIA
Quest'anno non si vede quale nazione possa contrastare le agguerrite tedesche.

Nota stonata della tappa slovena lo stop alle gare per 5 giorni comminata al russo Tcherezov per valori dell'emoglobina oltre la norma . MAH!!!!!
Classifiche generali individuali: negli uomini prosegue il testa a testa Bjorndalen - Yaroshenko mentre in campo femminile la Glagow è al comando ma la Bailly incalza a pochi punti .
I prossimi appuntamenti avranno luogo nei due luoghi sacri del biathlon tedesco ossia Oberhof nel w.e. dell'Epifania mentre in quello successivo a Ruhpolding ed in entrambi i casi gli stadi saranno stracolmi di gente amante dello sport proveniente da tutta Europa e mischiati tra loro mentre cantano ed inneggiano i loro beniamini. Un insegnamento di cultura dello sport ai poveri tifosi calciofili......

God bless you!

lunedì 17 dicembre 2007

foto Maratonina di Castel Maggiore

 un annebbiato Pol :-)

 il quintetto carico nel pre gara


Con la rapidità che lo contraddistingue anche con le scarpe da running ai piedi.....il simpatico Bellabigo mi ha inviato le tanto sospirate foto relative alla mezza di ieri a Castel Maggiore.
Una in particolar modo non potrà dimostrare la maestria dell'amico ferrarese in quanto, per evidenti motivi legati alla serietà di codesto blog........., non pubblicabile!
Una cosa mi preme sottolineare e cioè il clima spensierato ed ironico che accumuna tutti gli amici presenti negli scatti fotografici. Questo è da sempre il mio modo d'intendere lo sport e sono felice di non essere l'unico a concepirlo in siffatta maniera.
Grazie a tutti quanti e chiedo umilmente un aiuto morale per la maratona di S. Silvestro.......
God bless you!

domenica 16 dicembre 2007

Maratonina di Castel Maggiore

Decimo appuntamento dell' Ironmerd Run Tour oggi a Castel Maggiore comune poco distante da Bologna dove con immensa gioia ho potuto rivedere gli amici del Granarolo Triathlon e conoscere personalmente i Bloggers ferraresi con i quali goliardicamente mi confronto quotidianamente.
Come da programma sabato pomeriggio partenza dalla grigia Brianza, dove in mattinata si era assistito alla comparsa di qualche fiocco di neve per far tappa a Bologna ospite del Mitico Gira e dalla sua splendida ragazza Silvia .
La cena a base di pizza e torta al cioccolato sazia gli affamati commensali e poi ,dopo aver scambiato quattro chiacchiere, tutti a nanna timorosi di risvegliarci il giorno seguente con la neve sulla strade considerate le previsioni atmosferiche poco incorragianti. In effetti l'indomani mattina arrivati al centro sportivo di Castel Maggiore la neve comincia a scendere puttosto fitta per cui trovo ricovero nel caldo bar in esso presente e mi cambio gli indumenti. Alle 9.15 mentre corricchio incrocio i baldi atleti ferraresi anch'essi intenti a riscaldarsi e con gran tripudio generale ci dirigiamo in zona partenza in attesa del colpo di postola che viene accolto positivamente da tutti i partecipanti desiderosi di scaldare la gelida muscolatura investita da una copiosa nevicata . Il clima è meterologicamente ostile ma dopo qualche km. in totale relax si fa vivo con nostra immensa gioia "Mr. Tigella" Mazzo ed il duo appena composto viaggerà di pari passo col solo intento di trascorrere una domenica senza stressare la mente e recuperare le fatiche passate.
La nevicata cessa solo a pochi km. dall'arrivo ,l'aria è piuttosto gelida e sentiamo la necessità di raggiungere appena varcato il traguardo il ristoro post gara per bere qualche bicchiere di tè caldo e tonificarci con una doccia rigenerante. Il Gira riceve il meritato premio di categoria e poi via a casa di quest'ultimo per un piatto di tagliatelle consumate in un batter d'occhio.
Da segnalare qualche memorabile scatto fotografico nello spogliatoio con il gruppo ferrarese composto in ordine d'apparizione da Pol , Govons, Bellabigo,Bonny e poi ritornati nel tendone ecco un'altra foto "all togheter" .......
Appena le riceverò sarà mia cura pubblicarle e colgo l'occasione per sottolineare il clima veramente amichevole incontrato in codesta manifestazione ringraziando soprattutto il gruppo dei "Pastaroli" capitanati dallo storico presidente Amaducci per la solita gioviale accoglienza.
Un incommensurabile tributo va rivolto al Gira ed alla Silvia per la solita fraterna ospitalità .
Prossimo appuntamento a fine anno alla Maratona di S. Silvestro a Calderara di Reno (BO) dove ritroverò il gruppo ferrarese impegnato in staffetta .

God bless you!

mercoledì 12 dicembre 2007

Biathlon Hochfilzen

Risultati della seconda tappa di Coppa del Mondo ospitata dalla stazione austriaca di Hochfilzen
Ven 7 -12 :
10 km sprint maschile :vittoria del russo Yaroshenko davanti a Bjorndalen ed al connazionale Makoveev

7.5 km sprint femminile: vittoria della francese Bailly, seconda la russa Iourieva, terza la tedesca Wilhelm

Sab 8-12 :
12.5 km inseguimento maschile: vittoria di Bjorndalen seguito da Yaroshenko e dal tedesco Graf

10 km inseguimento femminile: stesso identico podio della gara sprint con il bis della francese Bailly

Dom 9-12 :
Staffetta 4 x 7,5 km. maschile : netta vittoria della Norvegia davanti a Russia e Germania

Staffetta 4 x 6 femminile : successo della Germania che precede Russia e Svezia


Nella classifica generale maschile in testa troviamo il norvegese Bjorndalen (Grande!) seguito dai russi Yaroshenko e Tcherezov mentre in quella femminile la francese Bailly balza al comando dopo il bis di vittorie seguita dallo squadrone tedesco che piazza al secondo posto la Glagow , al terzo la Wilhelm ed al quarto la Henkel.
Riguardo la truppa italiana purtroppo nessun risultato degno di nota e mi dispiace assai per l'amico tecnico Paolo Riva sperando in un pronto riscatto a Pokljuca (SLO) il prossimo fine settimana.

lunedì 10 dicembre 2007

foto Maratonina di S. Lucia

Messaggio del Pier :"Ciao AME, ti allego le foto della giornata di ieri.. sono ancora pieno di adrenalina. Buona giornata"

 in palestra prima della gara foto celebrativa in versione Babbo Natale con il Grande Cris
 il mio pezzo forte : l'assalto al ristoro post gara !

 Storica foto dopo l'arrivo per immortalare l'impresa del Pier
God bless you !

domenica 9 dicembre 2007

Gloria al Pier.....

Il titolo originariamente doveva essere un altro ed era già impresso nella mia mente mentre il trio di "desaparecidos" composto dal sottoscritto dal Pier "Piraña" e dal Cris scaldava la muscolatura e l'apparato cardiocircolatorio in vista della Maratonina di S. Lucia nono appuntamento dell' Ironmerd Run Tour che faceva tappa a Casalmaggiore (CR).
Poi come c'insegna l'imprevedibilità della nostra esistenza terrena quello che non pensi possa realizzarsi si materializza dopo 1h.28'58" e il generosissimo Pier taglia commosso a braccia alzate il traguardo stabilendo il suo PB sulla mezza maratona ed abbraccia raggiante l'Ironmerd felice per la sua strepitosa performance. Abbassare nel giro di due mesi il proprio primato cronometrico di ben 12 minuti vuol dire costanza negli allenamenti ed una gran forza di volontà e sono convinto che il Pier abbia ancora notevoli margini di miglioramento sempre che riesca a non autolimitarsi e ad osare senza lasciarsi condizionare dal cronometro.
Il film di questa strana domenica dicembrina ha inizio alle 6.45 del mattino quando la sveglia m'intima di scendere dal letto noncurante del fatto che il sottoscritto ha fatto le ore piccole al Gran Galà del Triathlon Lecco e la capacità d'intendere e di volere è praticamente nulla.
D'altronde l'organizzatore della trasferta non può abdicare all'ultimo istante quindi mi armo di tanta buona volontà ed alle 7.20 sono già seduto sui sedili posteriori della station wagon del Pier pronti a dirigerci nella bassa cremasca per l'ennesima avventura podistica.
Sono particolarmente stanco e quando giungiamo a destinazione la nebbia ed il clima tremendamente umido mi gettano nello sconforto totale ma la gioviale compagnia dei miei compagni di viaggio lenisce il mio pessimo stato d'animo. Restiamo colpiti dal classico paese della bassa in stile Don Camillo e Peppone con la piazza lastricata di porfido e l'imponente chiesa che la domina.
Dopo la sosta in palestra per il cambio d'abiti l'impatto con l'umidità esterna è traumatizzante e la necessità di correre per scaldarsi la logica conseguenza. Quel maledetto fastidio all'adduttore sinistro che mi trascino da una decina di giorni mi ricorda la sua indesiderata presenza e opto per una condotta di gara easy cercando di partire ad un ritmo di circa 4'/km per i primi km. affiancato dal Cris il quale si gode in diretta la mia magra figura mentre, dopo pochi minuti di gara, centro in pieno un cono segnaletico .....
Ma la svolta negativa per il mio compagno di sventura avviene dopo 6 km. circa quando inciampando in un laccio della sua scarpa cade rovinosamente sbattendo il ginocchio sull'asfalto !Mi fermo per verificare lo stato di salute di Cris l'aspetto e riparto con lui ma il dolore non gli permette di tenere determinate velocità e mi esorta a proseguire in solitaria. Al giro di boa dei 10 km. la mia preoccupazione circa il proseguo della gara da parte dello sfortunato amico si dissolve quando lo vedo procedere ancora con una discreta andatura. Sono positivamente impressionato dal mio incedere ancora in buona spinta malgrado sia reduce dalla faticosa maratona dello scorso fine settimana per cui rimango concentrato e conscio che potrei calare il ritmo da un momento all'altro con il giungere di una probabile crisi. Rimango volentieri con un duo d'atleti che viaggiano alla mia stessa velocità e seppur soffrendo sono contento di riuscere a mantenerla sino al traguardo. La promessa e le premesse della vigilia mi avevano indotto a gestire al risparmio l'energie necessarie per concludere questa ennesima corsa domenicale ma la sorprendente forma fisica , sempre in relazione ai miei non eccelsi valori attuali, ha contribuito a sconvolgere i progetti iniziali.
Mi soffermo moooolto volentieri al ristoro post gara degustando una splendida crostata e successivamente dei biscotti entrambi confezionati dalle abili mani di una signora addetta allo stesso e con la quale mi complimento personalmente. Come ho già ampiamente rimarcato in passato occorre gratificare l'operato dei volontari presenti a codeste manifestazioni e tributargli un sincero e doveroso applauso. Finalmente dopo pochi minuti ecco arrivare anche un demoralizzato Cris al quale va tutta la mia solidarietà ed un particolare elogio per aver combattuto il dolore fisico concludendo comunque la prova.
Dai Cris con la tua classe sopraffina il risultato di prestigio è solo rimandato alla prossima gara ne sono sicuro!
Ancora un megagalattico bravo al Pier che non ho mai visto così galvanizzato in vita mia ed al quale esprimo tutta la mia gratitudine per avermi ospitato ed accompagnato con il suo "potente mezzo" in questa trasferta podistica.
Relativamente alla Maratona di Reggio Emilia tenevo a sottolineare l'ottima prestazione di Fabrizio Mazzotti alias Mr. Tigella amico di tanti ritrovi gastronomici e di IM .
Grande happening sportivo domenica prossima in quel di Castelmaggiore (BO) con la disputa della mezza maratona dove rivedrò il mitico gruppo d'amici bolognesi capitanati dal Gira nonchè gli amici bloggers ferraresi ....
Attendo le foto dell'evento quotidiano dall'indiscusso protagonista della giornata ossia il Pier.

God bless you !

venerdì 7 dicembre 2007

River in my dreams

"There's a river in my dreams
Flowing endlessly to you
There's a river in my dreams
There is no place where I can go
Without you here, close to my heart
When I close my eyes, I see your face
Baby, I wanna feel your warm embrace"

Splendide parole racchiuse in una breve composizione musicale di un gruppo jazz funk gli Incognito al quale sono molto legato così come alla meravigliosa vocalist che li accompagna la giunonica Maysa co-autrice del brano insieme al guru e mente pensante della band J.P. Maunick.
Dedicatela alle persone a voi più care.

God bless you!

giovedì 6 dicembre 2007

Angel

Magistrale l'interpretazione della mia cantante preferita Chaka Khan .
http://it.youtube.com/watch?v=8QwsyGuXPbQ&feature=related
Riuscirò a trovarne anch'io uno?

God bless you!

lunedì 3 dicembre 2007

Era già tutto previsto

Alberto sulla destra mentre corre col suo impeccabile e leggiadro stile
 mi scuso con Babbo Natale per il clone non all'altezza della Sua fama!!!!!
si ringrazia Roberto Mandelli per le foto

Cosa ? la magra figura rimediata ieri alla Milano City Marathon dove nella seconda parte di gara ho dovuto far più volte ricorso all'orgoglio per evitare d'assecondare la mente stanca di soffrire oltre misura e in accordo con il sindacato delle gambe desiderose di andare al passo. La mente organo dittatoriale in stile Putin dell'ultima ora ha decretato che si doveva "tirare innanz" sino al traguardo. Preso atto del diktat la restante parte del corpo per protesta mi ha fatto calare sensibilmente il ritmo tanto che mi sorpassavano anche le signore a piedi........
Avete ragione cari lettori sono classificabile come direbbero i milanesi alla categoria "Pirla recidivo" ma quando si parla di stare in mezzo alla gente divento irrazionale e mi butto a capofitto in simili competizioni pur sapendo d'essere a livello psicofisico alla frutta.
Come in ogni mia trasferta anche in questa avevo un simpatico amico a farmi compagnia cioè il rinomato triatleta nonchè saggio allevatore di capre Alberto Vergani che insieme al fratello Beppe, altro notevole atleta ,gestiscono l'Agriturismo Ombria a Celana. Il mio rammarico confidato anche ad Alberto era ,stante la mia scarsa forma fisica , il fatto di non poterlo aiutare a realizzare il suo sogno ossia abbattere il muro delle 2h.50'.
Sabato pomeriggio l'ho dedicato a ritirare il pettorale nell'affollata Piazza Duomo e conoscere nuovi amici facenti parte del forum FCZ dei quali non posso che parlar bene vista la cordiale accoglienza tributatami.
Eccoci all'alba di domenica mattina e dopo una frugale colazione attendo in una mattina piuttosto umida l'arrivo del povero Alberto il quale mi racconta della notte insonne passata insieme al suo giovane erede. Dura la vita di babbo vero Albi?
Dopo aver parcheggiato l'auto a Sesto S.G. e un breve viaggio in metropolitana eccoci davanti al rinomato Castello Sforzesco dove incontro la solita miriade d'amici che costringono il povero Alberto a sorbirsi le mie continue soste per abbracciare e salutare tutti perchè io non mi nego mai a nessuno......
La temperatura è gradevole ma l'umidità elevata risulta fastidiosa per cui di comune accordo decidiamo di sostare sino alle 8.30 dentro ai tendoni adibiti a spogliatoi e poi consegnata la borsa effettuare un breve riscaldamento per giungere in zona partenza. Non vi dico quanti pist stop abbiamo fatto durante il tragitto tutti causati dalla tensione pre gara e dal clima autunnale.
Entriamo nel box a noi riservato e cerco di combattere la snervante attesa scherzando con l'amico di tante maratone Nerino ed ascoltando lo speaker della manifestazione che cerca di far salire l'adrenalina dei partecipanti gridando a squarciagola le solite frasi fatte del tipo " i protagonisti siete voi, fatemi sentire la vostra voce,bla,bla,bla....." .
Finalmente ecco lo sparo ed eccomi in versione Stenmark a slalomeggiare tra i dementi che pur di partire davanti hanno comunicato all'organizzazione un tempo inferiore al loro effettivo record sulla distanza e che ora bloccano coloro i quali vorrebbero liberarsi dal traffico e correre in libertà ! Parto incompagnia di Albi ma poi lui tiene costantemente un'andatura sotto i 4'/km allora cerco di non seguirlo e rimango coperto perchè voglio arrivare con questa media sino alla mezza. Nella seconda parte di gara l'intenzione era quella di calare il ritmo e con l'arrivo della prevista crisi cercare di salvare il salvabile. In un primo momento penso d'essermi coperto troppo allora mi tolgo i guanti ed alzo le maniche della maglia ma poi pagherò questa insensata scelta perchè il vento freddo della periferia milanese sarà uno scomodo alleato durante la mia agonia finale.
La tattica di gara sino alla mezza non faceva una piega ma giunto al 25° la luce si è spenta brutalmente e la tanto temuta via crucis ha avuto inizio con le gambe pietrificate in totale rivolta e dilaniate dal dolore. A questo punto con il morale a terra ho proseguito la marcia senza avere la ben che minima reazione ma subendo la situazione negativa. In simili condizioni i km. diventano miglia marine, non si vede all'orizzonte l'agoniato arrivo e la quasi totale assenza di sostegno psicologico da parte dello scarno pubblico a bordo strada ti rendono nervoso.
Quando giunto al 40° km affianco Albi in evidente difficoltà chiedo come sta e mi dice che i crampi muscolari lo hanno tormentato ma che arriverà comunque al traguardo. Sono terribilmente dispiaciuto per lui e riprendo il faticoso procedere verso la finish line che finalmente raggiungo con immensa gioia perchè decreta la fine delle mie torture fisiche. Due minuti dopo ecco arrivare anche Albi il quale è riuscito a ritrovare un briciolo di brillantezza nelle fasi finali della prova. A questo punto vorrei per l'ennesima volta sottolineare l'inciviltà e l'innata mancanza di cultura sportiva della popolazione milanese che anche in codesta occasione ha inveito contro i poveri vigili urbani ed i concorrenti invitandoli ad evitare simili competizioni per non disturbare il loro menage domenicale. Se mi avessero insultato personalmente non saprei come avrei reagito perchè in quei momenti anche la ragione e la logica vanno a farsi benedire!
Altra conferma negativa è l'approssimativa organizzazione di un evento che ,per svariati motivi, non riscuoterà mai il consenso della gente distante dal mondo dello sport. Al cittadino comune non interessa un fico secco della propaganda positiva alla propria città derivante da una manifestazione sportiva di grande impatto pubblicitario come può esserlo una maratona.
Pietoso il deposito borse e il successivo ritiro delle stesse avvenuto in un clima infernale con assembramenti ingestibili ed i poveri volontari incapaci di soddisfare l'esigenze degli infreddoliti corridori desiderosi di farsi una doccia calda. Pietoso anche il servizio docce all'interno dell'Arena insufficiente a soddisfare un numero di partecipanti così elevato e quindi mi sono trovato a dover sfruttare sapientemente quei due centimetri quadrati a mia disposizione .........
Cosa resta di positivo dopo questa esperienza milanese? l'incontro fraterno con la moltitudine d'amici amanti della fatica e dello stare in compagnia e la gioia nel vedere la loro stima riguardo la mia persona. A tutti loro invio un simbolico abbraccio !
Un encomio speciale a tutti i volontari ed ai vigili urbani presenti sul percorso per il loro prezioso lavoro effettuato in entrambi i casi in condizioni disagiate.
Un enorme ringraziamento ad Albi per la solita speciale amicizia e simpatia ed aspetto con ansia il pranzo celebrativo della maratona conclusa.

God bless you!

domenica 2 dicembre 2007

News from Kontiolahti

Purtroppo sia ieri che oggi non ho potuto assistere alle gare finlandesi di Coppa del Mondo di biathlon in quanto impegnato al ritiro pettorale ed a correre la Milano City Marathon ma con piacere posso osservare il rientro al vertice di Bjorndalen che ha vinto la gara sprint sui 10 km sabato con un'impeccabile esibizione al poligono di tiro cosa che non si è ripetuta oggi nell'inseguimento dove con 4 errori ha pregiudicato la possibilità di un bis sul gradino più alto del podio a beneficio del russo Tcherezov.
Nella gara sprint donne si riconferma la Glagow con distacchi minimi sulle sue inseguitrici mentre nell'inseguimento ad interrompere l'egemonia teutonica ci pensa la norvegese Tara Berger. Prossimo appuntamento ad Hochfilzen in Austria.


God bless you !