lunedì 8 ottobre 2007

A Recco tutto quanto fa spettacolo.......

in primo piano Ame in compagnia di Christian Fiorito mentre alle spalle Marco Scotti dialoga con un mito del Triathlon Lecco vale a dire Maurizio "Vecchio lupo" Farina
l'anziano signore turbato dall'angelica visione straparla al cellulare...
sotto il paio d'occhiali da sole possiamo ìmmaginare due occhi increduli nel vedere questo succoso miraggio.....

Ieri spettacolare giornata in quel di Recco (GE) dove si disputava uno degli olimpici più tosti ed affascinanti del panorama italiano. Ho approfittato della gentilezza dell' amico Raffaele iscritto alla gara per avere un passaggio auto e ritornare nella cittadina ligure famosa per la focaccia della quale avremo modo di parlare più avanti.......
Altro compagno di viaggio il Bat Rota protagonista lo scorso anno di codesta gara e supporter del Raffaele insieme al sottoscritto.
Appena arrivati in Liguria ci s'accorge del cambiamento climatico e della fortuna delle genti locali di poter godere di un clima da favola a differenza delle malcapitate popolazioni lombarde destinate tra poco a lottare con l'odiato freddo. Subito all'arrivo scorgo il buon Max Malano mangiare di prima mattina un po' di risotto poi Moreno Tortolina e consorte, ma molteplici sono gli incontri con i numerosi amici. Anche Andrea Dalla Riva con amica partecipante al seguito m'accoglie calorosamente mentre sorridente arriva anche Alberto "Albi" Fumi al quale avevo promesso la scorsa settimana d'essere suo fido accompagnatore durante i tortuosi dieci km. di corsa finali.
Un altro duo in versione "on the beach" è quello formato da due giovani promesse del triathlon italiano uno l' Ale Melloni già navigato Ironman mentre l'altro il Cerlo è alla sua prima stagione nella multidisciplina ma ha già ampiamente dimostrato di possedere un indiscusso talento.
Dopo il briefing pre gara tutti c'incamminiamo verso la zona di partenza e con immensa gioia fasciata nella sua muta scorgo l'amica Deborah ragazza del compagno d'avventura in qualche IM Christian Fiorito anch'egli della gara. Tra la schiera di pinguini .....oops atleti intenti ad allacciarsi le mute spicca una gentil donzella accompagnata da un cagnolino del quale nessuno si cura perchè ovviamente l'occhio cade, e in questo caso non involontariamente, sul corpo sinuoso e sulla mise a pois neri e viola della stessa.
Dopo la frazione natatoria mentre girovago nei pressi del lungomare sento una voce nota, mi giro e vedo il povero Max il quale sconsolato mi confida d'essersi ritirato in quanto stanco e svuotato d'energie. Mentre lo stakanovista Bat si concede una sessione di corsa nei sentieri circostanti Recco procurandosi anche una piccola abrasione al mento, io e Max aspettiamo l'arrivo in zona cambio dei primi concorrenti ed in particolar modo di Albi che in compagnia del Cerlo accompagnerò nella terza frazione. Partiamo lanciati ma poi il povero Albi viene colto dai crampi per cui seppur con invidiabile spirito combattivo deve calare il ritmo e soffrire sino alla fine.
Buona prova per lui entrato nei trenta finali così come per il Raffaele che ho visto in ottimo spolvero. Durante la corsa finale ho avuto il piacere d'incitare gli amici Marco Scotti reduce dalla stressante organizzazione dell'Elbaman e l'atletico presidente del tri Bergamo Walter Bonazzi.
Dopo l'annuncio dell'apertura del pasta party il trio delle meraviglie formato dal sottoscritto e dal duo di giovani speranze sopraccitato affonda più volte la forchetta nella sublime Focaccia di Recco meraviglia culinaria alla quale è impossibile resistere.
Un applauso all'organizzazione con a capo lo Stefanone Diana per la bella prova allestita che ci rimanda agli olimpici d'antan dove ancora contava saper pedalare......
Thank you a tutti coloro che m'hanno concesso di trascorrere una piacevole domenica ma una lode particolare al Raffaele molto gentile nel riservarmi un posto auto per questa trasferta ligure.
Grazie al Cerlo ed Ale per le ........significative foto!


God bless you!

6 commenti:

ALBERTO FUMI ha detto...

grande ame! ottimo resoconto.
è stata davvero una bella giornata, anche se i 10 km di corsa finali, nonostante il prezioso sostegno, sono stati davvero interminabili!

ora si pensa già alla prima gara della prossima stagione... recco è già nei miei programmi 2008!

AME ha detto...

se arrivi con una buona preparazione nella corsa puoi ambire alle posizioni di vertice della classifica sempre che la sera prima non la passi con la donzella delle foto!

Damiano Vedova ha detto...

ciao raga, la gara é stata davvero bella.

p.s.: mi fa piacere che la mia donna abbia fatto colpo :)

AME ha detto...

Ciao sei il Damiano ticinese amico del Franz ? se sì ci siamo conosciuti 10 anni fa a Monticolo in un olimpico bello tosto. Quanto tempo è passato d'allora....
Spero che il post ironico non ti abbia dato fastidio altrimenti me ne scuso pubblicamente !

Damiano Vedova ha detto...

Sono proprio io :)
Mi fa piacere vedere che i vecchi (?) triathleti sono ancora in circolazione. Mi ricordo la gara, zona Bolzano?
I commenti hanno divertito sia me che lei, che vi saluta. Quindi nessun bisogno di scuse.

Saluti

AME ha detto...

Grande Damiano! il mio blog è basato molto sull'ironia anche nei confronti del sottoscritto quindi niente tempi,classifiche,allenamenti ma solo racconti delle emozioni vissute in gara. Quest'anno non sono venuto a fare la classica maratona di Tenero in quanto impegnato in una 100km. ma ho visto che il Bruno Invernizzi ha fatto un garone e sono contento perchè e un ragazzo simpatico.Tu cosa hai fatto quest'anno di gare?