lunedì 29 ottobre 2007

Doveva essere un w.e. di vacanza.....

invece oltre ad aver rivisto con estrema gioia gli amici Gigi, Amedeo,Gianni e compagnia bella mi sono ritrovato ai nastri di partenza della prima edizione della maratona, con annessa mezza maratona ,di Lucerna.
Partiamo dall'inizio e non come sempre dalla fine riavvolgendo il nastro in data 26 ottobre quando con un cielo carico di pioggia mi sono messo in viaggio alla volta di Littau per essere presente all'esordio nella mezza maratona di Lucerna dell'amico nonchè sponsor Gigi, riabbracciare la moglie Emilia , Amedeo e consorte Rosy tutti sempre molto ospitali e gentili con il sottoscritto. Alla combriccola si è unito con l'intera famiglia al seguito anche il brillante Gianni , conosciuto durante la mia vacanza lavoro sarda, vero appassionato di corsa ma anche lui alle prese con noiosi problemi fisici ad un polpaccio e quindi titubante sull'opportunità di seguire correndo il buon Gigi.
Arrivare al confine svizzero è stata un'odissea in quanto per coprire i 40 km che lo separano da Merate ho impiegato la bellezza di un'ora e venti mentre poi man mano che risalivo il Canton Ticino il tempo migliorava ed il traffico risultava pressochè nullo così da permettermi d'arrivare a destinazione nel tardo pomeriggio. Dopo una leggera ....deviazione in direzione Lucerna ecco giungere anche Gianni la moglie Donatella accompagnati dai due figli. Il maggiore, Gabriele è il figlio intelligente e ordinato che tutte le mamme desidererebbero avere mentre il secondo, lo scatenato Edoardo, è una mina vagante sempre carico d'energia ma piuttosto ribelle.
Dopo la cena a casa del Gigi cucinata dall'Emilia, coadiuvata dal sottoscritto per quanto riguarda il pollo alla birra, la serata è trascorsa amabilmente con l'arrivo di Amedeo e Rosy accompagnati dal cognato di lei Amedeo (sì avete capito bene...) già conosciuto nella mia precedente trasferta a Littau. Ritengo sia fantascienza il poter trovare un "tris d'Amedeo" a 200 km dal confine italiano...
Sabato mattina giretto per far conoscere al Gianni l'impero Steg ,una vera potenza nel campo dell'assemblaggio dei PC , e poi visita della città di Lucerna sempre molto affascinante e ricca di storia con la zona vecchia e le costruzioni tipiche del luogo sulle quali spiccano i caratteristici affreschi murali. Il Gigi è giustamente nervoso per il battesimo domenicale sulla mezza ed indeciso sui capi d'abbigliamento da indossare. Io ed il Gianni siamo prodighi di consigli e lui assorbe con cura le informazioni ricevute. Trovare un ristorante libero il sabato sera in città non è stato facile ma poi il carisma e la fama del Gigi hanno risolto il problema ed alle ore 20 eravamo seduti comodamente a "La Cucina" locale molto carino dov'è possibile gustare piatti della nostra rinomata cucina italiana. Gli unici nei erano rappresentati dal servizio al tavolo piuttosto approssimativo in quanto effettuato d'allievi della scuola alberghiera molto inesperti (ma proprio al sabato debbono fare tali esperimenti.......) e la possibilità di fumare nei locali concessa dalla legge svizzera. Per noi italiani non più abituati a questo malcostume è stata una cosa fastidiosa e volevo sottolinearla perchè avvenuta in un paese, la Svizzera, dove di solito il rispetto della persona è al primo posto delle priorità nazionali.
Il ritorno all'ora solare ci consente di prendercela con comodo ma poi quando la compagnia è piacevole si finisce sempre a tirar tardi ed il tempo per dormire si riduce al lumicino.....
Domenica mattina con lo stomaco ancora impegnato nel tentativo di digerire la sostanziosa cena del sabato sera e dopo due giorni in cui il bilancio tra le calorie assunte e quelle consumate era nettamente a favore della prima voce , eccoci alle 6.10 a fare colazione controvoglia con il Gigi intento negli ultimi preparativi. Passiamo alla Steg per raccogliere Richard il custode che sarà fedele scudiero del Gigi in gara e poi via al Museo dei Trasporti luogo preposto per la partenza di ben tre competizioni : la maratona , la mezza maratona e la 13 km. Inizialmente l'intenzione mia era quella di seguire corricchiando dall'esterno la competizione poi il Gianni ha proposto d'iscriverci alla mezza, cosa non fattibile causa chiusura delle iscrizioni costringendoci ad optare per la competizione sulla distanza più breve.
Psicologicamente non ero preparato a dover gareggiare ma poi quando mi sono ritrovato il pettorale affrancato alla maglia ho resettato la mente e dato fondo a tutte le mie energie per ben figurare e trasformare l'iniziale proposito della passeggiata in gara vera e propria. Il percorso si è rivelato molto faticoso nella prima metà con qualche salita tremendamente indigesta per il mio dolce peso e con l'aggiunta d'avere nelle gambe ancora le scorie della maratona corsa la settimana prima. Ho sputato l'anima ma sono arrivato contento per l'insperato allenamento svolto sebbene le classifiche finali non contemplino il mio nome in quanto dovevo per regolamento concludere la gara dopo 13 km. A nulla sono valsi i continui richiami per farmi desistere dal continuare in prossimità del primo traguardo.Se non mi si dà la possibilità come fanno alla Maratona del Ticino d'iscrivermi il giorno stesso della gara io continuo per la mia strada e porto a termine comunque la prova poi CHISSENEFREGA se non m'inserite nella graduatoria finale.....
Grande prova del Gigi con un apprezzabile crono di poco superiore alle 2 ore la qual cosa m'induce a pensare che costui abbia un margine di miglioramento molto ampio se consideriamo il suo esordio nel mondo della corsa datato luglio 2007. Se saprà, come gli ho già accennato , predisporre un'adeguata preparazione sia fisica che alimentare otterrà sensibili progressi e ne rimarrà entusiasta . Come si dice mens sana in corpore sano!
Un doveroso applauso anche al Gianni, pazzamente innamorato delle lande svizzere ed incantato per il verde che le domina ,capace di soffrire causa un dolore all'esterno del ginocchio arrivato al 20° km. e di concludere tranquillamente sotto le 2 ore. Calcolando che nell'ultimo periodo non si è allenato e vanta prestazioni cronometriche migliori è stato per lui un buon allenamento.
Dopo una doccia ristoratrice ci siamo ritrovati numerosi presso un ristorante cinese e consumato un ottimo pranzo raccontandoci gli aneddoti relativi alla gara con il Gianni sofferente ma con l'animo felice di colui amante della natura ancora estasiato dall'aver corso immerso nel calore della gente cosa improponibile per la maggior parte delle manifestazioni sportive italiane.
Se devo trovare una pecca organizzativa alla prima edizione della Luzern Marathon non posso esimermi dal sottolineare lo scarso ristoro finale dove l'unico cibo solido era rappresentato da pezzi di banana. Credo che un atleta impegnato in una prova così estenuante meriti qualcosa di più sostanzioso!!!!!!
Come tutte le belle avventure arriva anche l'ora di salutarsi e con grande rammarico dopo l'abbondante pranzo all'orientale mi tocca riprendere la mia utilitaria e far ritorno al di là delle Alpi sperando di ripetere al più presto la bella esperienza.
Ribadisco ancora una volta la sontuosa accoglienza ed il trattamento regale rivolto nei confronti del sottoscritto da parte degli amici Gigi , Amedeo e delle loro splendide consorti Emilia e Rosy.
Spero un giorno di poter contraccambiare il loro sincero affetto.
Ovviamente un sentito ringraziamento a Gianni e famiglia per la spassosa compagnia con l'augurio di rivederci a breve termine.
Ora mi lecco le ferite e dopo il trittico mezza-maratona-mezza non programmato ma sorto strada facendo cercherò di recuperare a livello fisico per il prossimo appuntamento podistico del quale farò menzione solo dopo averlo portato a termine.

Tschüß!

2 commenti:

kaiale ha detto...

Ame...
domenica non puoi immaginare quanto sono stato bene con loro.
il pres mi ha accolto con calore, tutti i ragazzi erano felici della preenza..un nuovo ragazzo, la famiglia cresce...
sarà che sono un ragazzo emotivo..però il fatto di essere stato accolto molto bene mi fa bene sperare: sarà un anno duro con il dottorato..e con il loro supporto sono sicuro che riuscirò a portare avanti studio/lavoro e sport...

naturalemente non mancherò di portare i tuoi saluti

Monto75 ha detto...

ed io che so cosa andrai a fare.......... non posso che farti il + grande degli in bocca al lupo, nell'attesa di gustarmi il resoconto completo on the web!!!