domenica 21 gennaio 2007

Maratonina di S.Gaudenzio:avrei voluto farla tutta.........

Steno, Gps Alessandro, la Libellula MariaRosa, Desert King Rino, Ame

 Il trionfale arrivo di Desert King Rino. Vai miiiiiiiiiiiiiiiiiiiiitico !!!

.....ma un genialoide incaricato dall'organizzazione di controllare il traffico locale ed indirizzare i podisti sulla retta via ha ben pensato di spedirci nella direzione opposta compromettendo la buona riuscita della manifestazione e urtando enormemente la suscettibilità di coloro beffardamente caduti nel tranello involontariamente architettato dallo sprovveduto volontario. Come ben sapete ,Voi assidui lettori del mio blog , cerco sempre di porre in evidenza il sostanzioso contributo di coloro che gratuitamente si prestano a collaborare in codeste prove podistiche ma in questo sgradevole episodio lo sventurato volontario non può essere difeso. A fine gara l'organizzatore non sapeva come scusarsi con la sessantina di partecipanti rimasti vittime del disguido e generosamente a chi lo voleva ha restituito la quota d'iscrizione mentre dava anche la possibilità di mantenere la stessa per l'edizione del prossimo anno.
Nella classifica finale risultavo virtualmente al primo posto.............
I miei valorosi compagni di viaggio non hanno partecipato alla "mezza della tagliatella" e da seri corridori hanno percorso tutti i 21,097 km. della gara. Facevano parte della spedizione oltre al sottoscritto , Desert King Rino, GPS Alessandro, Steno e una graziosa e leggiadra donzella che si merita l'appellativo di Libellula. Tale Maria Rosa con il sorriso sulle labbra ha sfornato una prestazione da incorniciare accompagnata durante la corsa da quel volpone di Steno che dopo una sosta forzata durante il percorso ha ingranato la quarta tanto che la WADA ha sguinzagliato i suoi scagnozzi per fargli il test del DNA e controllare quali sostanze abbia ingurgitato nel pit-stop. Peccato per l'incidente organizzativo perchè la prova era stata concepita con prospettive di una buona riuscita con il palasport di Caselbeltrame (NO) adibito a consegna pettorali e spogliatoio per i concorrenti ed un decoroso ristoro finale. Personalmente il gruppetto dov'ero inserito mi ha fatto soffrire notevolmente ed anche se difficilmente sarei riuscito a tenere il loro ritmo sino alla fine ,sono soddisfatto d'aver corso per alcuni tratti a velocità sostenute rispetto al mio livello di preparazione.
Ringrazio i sopraccitati amici per avermi sopportato anche stavolta.

7 commenti:

Marco ha detto...

il prossimo anno non mancare alla immancabile (per me) mezza di Monteforte d'Alpone (VR). Corsa oggi, gara tostissima, organizzata alla grandissima su percorsi stupendi. A breve posto il report sul blog.

Marco

AME ha detto...

troppo piena di saliscendi per le mie ginocchia... Le cartilagini usurate è meglio preservarle anche se sicuramente a livello paesaggistico leggendo il tuo resoconto attraversa amene località.

Osso ha detto...

grande Ame, non molli mai, sei un mito a presto

Osso ha detto...

grande Ame per Salso cosa facciamo.
Si parte all'alba ho ci spariamo la notte in una bettola di quart'ordine?

AME ha detto...

si parte e si ritorna in giornata.Devo ancora iscrivermi.......

Osso ha detto...

io non sò se ho il fisico per spararmi una levataccia ,il viaggio e una maratona tutto in poche ore.
Speriamo bene

ALBERTO FUMI ha detto...

bravi tutti! anche se non volevano proprio farvi arrivare giusti..