lunedì 28 aprile 2008

Elbaman Camp

in piedi da sx
Guido, Patrizio,Rino,Mario,Ame,Renato,Amanda,Marco,Giorgio,Silvia,Gira,Giovanna
accosciati Marie,Victoria, Lorena,la mascotte Elena e la mamma Claudia

col Gira prima di partire per una pedalata
 in compagnia della sorridente Lorena
 sosta di gruppo alla fontana di Marciana con ospite gradito l'amico Balestrini

Significativa esperienza ed ottima compagnia quella riscontrata in occasione dell'ELBAMAN CAMP svoltosi dal 24 al 27 aprile ed organizzato da Marco Scotti presidente della neonata società elbana di triathlon denominata Aethalia Triathlon. Quest'ultima sarà l'organizzatrice dell'Elbaman il prossimo 5 ottobre (manco a farlo apposta il compleanno del sottoscritto..) e lo scopo di questo stage d'allenamento era l'opportunità ,concessa ai partecipanti ,di testare i percorsi all'interno dei quali si snoderà l'unica prova su distanza Ironman presente sull'italico territorio.
I miei due compagni di viaggio per la trasferta all' Isola d'Elba erano i "Blues Brothers" Giorgio e Mario due personaggi affacciatisi da poco alla multidisciplina ma molto motivati e desiderosi di carpire i segreti da un campione della specialità quale Federico Girasole alias il Gira sempre nei primi posti della classifica finale dell'Elbaman. La simpatica e dolce Silvia aveva l'ingrato compito di mostrarci come ci si dovrebbe muovere senza sembrare ippopotami nel fluido denominato acqua.... mentre allo scrivente era stato assegnato il compito di portare a spasso di corsa gli amici iscritti al camp.
Sede logistica dello stesso era l' Hotel dei Coralli a Marina di Campo gestito familiarmente e ben atttrezzato.
Sin dalla prima giornata di giovedì il clima era perfetto per poter uscire nel primo pomeriggio sciogliendo le gambe con una sgambata di 38 km e poi di rientro in hotel ,dopo una breve sosta,mettere le scarpe da running ai piedi e subire il piano "ordito"dal Salitomane Marco Scotti il quale escogitava un bel percorso collinare, risultato alla conclusione di lunghezza pari a 18 km, piuttosto impegnativi con salita a Sant'Ilario.
Alla sera la stanchezza del viaggio e le prime due uscite d'allenamento ci costringevano a coricarci presto senza però dover rinunciare ad un delizioso gelato "mostruosamente" squisito!
L'indomani era prevista un'altra uscita in bici sul percorso dell'Elbaman per mostrare in toto la bellezza dei panorami e sottolineare come occorra durante il tragitto saper dosare con intelligenza le forze per non esaurire le scorte energetiche. I continui saliscendi alla lunga sono particolarmente ostici ed i tratti pianeggianti dove rifiatare piuttosto scarsi....
Dopo 63 km e successivo pranzo il programma prevedeva una sessione natatoria nella piscina dell'hotel e complice l'ultimo periodo con temperature poco primaverili l'acqua era particolarmente fresca cosa che ci ha consigliato d'usare la muta. Ovviamente il più deficitario ero io ,inguardabile e con problemi di digestione quindi ho preferito fare da spettatore dopo una decina di minuti. Il sabato era dedicato ad un'uscita di 90 km,in sella alle nostre specialissime, nella parte est dell'isola con la possibilità per ognuno di noi d'allungare il tragitto a piacimento. Mi sono accontentato di completare 100 km esatti e le gambe dopo tre giorni di pedalate (evento storico per me....) cominciavano a dar segni di stanchezza. Nel pomeriggio qualcuno ha sfidato le acque aperte del gelido mare mentre io in compagnia di due "grandi" nuotatori quali Rino e Mario abbiamo utilizzato la piscina. Il programma dell'ultimo giorno prevedeva una sgambata di corsa quindi ho ben pensato di proporre al gruppo un'uscita a digiuno la mattina di buon ora e l'idea è stata accolta con successo. Si sono formati alcuni gruppetti e l'allenamento di circa un'ora è risultato soddisfacente con una leggera progressione finale prima d'infilarci sotto la doccia. Abbondante colazione, poi preparazione bagagli e via in direzione Portoferraio cercando d'anticipare l'ora d'imbarco del traghetto cosa positivamente riuscita.
Desidero sottolineare la cordialità e lo spirito di gruppo dei partecipanti e li vorrei citare tutti . Oltre ai Blues Brothers Giorgio e Mario, il compagno di squadra Rino accompagnato dalla squisita Marie, Guido "Rombo di tuono" un quasi sessantenne carico di vitalità e sempre in posizione aerodinamica appena la strada spianava, Patrizio ,l'Ironwoman Lorena e la figlia Victoria, Giovanna ,Renato, la moglie Claudia e la piccola Elena eletta ad unanimità mascotte del gruppo.
Oltre al Gira ed alla Silvia ,ai quali son legato da profonda stima ed amicizia, vorrei ringraziare tutti i partecipanti , l'organizatore Marco Scotti anch'egli presente nelle nostre sessioni d'allenamento ed ovviamente la sua consorte Amanda.
Speriamo di ripetere questa piacevole esperienza anche in futuro.
God bless you!

10 commenti:

FILIPPO DAL MASO ha detto...

ciao Ame io mi sono iscritto all'irontour con tanto di doppio olimpico alla fine....non vedo l'ora di visitarla l'isola d'elba non ci sono mai stato, il tuo camp mi ha messo ancora più entusiasmo...

ciao filippo

AME ha detto...

bella e sicuramente da farci una vacanza! scorci molto suggestivi ...

Bellabigo ha detto...

quindi ora che sappiamo che i percorsi sono testati da te, possiamo percorrere le frazioni più SERENAMENTE????? AHAHHAHAHAHAHAH buona questa ;-)))

SANTI PONS ha detto...

ZIO,
CI DEVO ANDARE ANCH'IO PROSSIMA EDIZIONE DAI!!!ieri ho fatto gia un bel running ... "LA OPERACION SUICIDA" non e lontana, jejejeje

Bonny ha detto...

Bella esperienza Ame.Mi hai fatto venir voglia di farci una vacanza all'Elba (in cui non sono mai stato).
Dopo i miei allenamenti podistici nelle isole della Grecia della scorsa estate potrei ripetere l'esperienza lì...

AME ha detto...

@ Santi: In tuo onore allestiremo un Criceto Camp e sarai il benvenuto :-))))
@Bonny: vai all'Elba ne vale la pena !
@Filippo:il doppio olimpico nn è troppo vicino a Nizza?

kaiale ha detto...

grandi ameeee,
sicuramente una bellissima esperienza!
hai visto con chi sono cresciuto nei primi due anni di tri?!!!!

ora puoi comprendere quanto è stata difficile la scelta di cambiare società

FILIPPO DAL MASO ha detto...

è venti giorni prima un tempo del tuto sufficiente per recuperare...almeno spero...

ciao filippo

Melessa ha detto...

bene bene Ame!
molto contenta che tu sia stato bene in terra Toscana!
in love, we trust

AME ha detto...

oh grande Melly quale onore leggere un tuo commento nel mio blog!la Toscana è bellissima come te :-))))))