mercoledì 19 dicembre 2007

Biathlon Pokljuka

Terza tappa di Coppa del Mondo a Pokljuka in Slovenia e buone notizie per i colori azzurri con la stratosferica prova di Manuela Ponza all'altezza della situazione al poligono di tiro ,qualità ampiamente dimostrata nella passata stagione, ma soprattutto abile con gli sci ai piedi. La vittoria è sfuggita di mano alla nostra eroina di giornata per 55 secondi. Finalmente una boccata d'ossigeno per la spedizione tricolore dopo un inizio di stagione piuttosto deludente.

Ecco tutti i risultati.
20 km maschile : 1° SVENDSEN (NOR) 2° WOLF (GER) 3° SEDNEV (RUS)
Opaca prova sia di Bjorndalen (20°) che di Yaroshenko (25°) i due protagonisti d'inizio stagione.
15 km femminile : 1° IOURIEVA (RUS) 2° PONZA (ITA) 3° GLAGOW (GER)
Da segnalare l'imprecisione al tiro di molte atlete germaniche cosa insolita.
10 km sprint maschile : 1° BJORNDALEN (NOR) 2° YAROSHENKO (RUS) NILSSON (SWE)
Riscatto del mio paladino ma vittoria striminzita per meno di 5 secondi nei confronti della nuova stella russa del biathlon mondiale
7,5 km femminile : 1° BAILLY (FRA) 2°MAKARAINEN (FIN) 3° NEINER (GER)Continua il momento magico della carina biathleta d'oltralpe e clamorosamente notiamo come in nessuna delle prove individuali vi sia sul gradino più alto del podio un atleta tedesco.
Staffetta 4x7,5 km maschile : 1° RUSSIA 2° GERMANIA 3° AUSTRIA
Giornata da dimenticare per la forte compagine norvegese disastrosa al poligono di tiro.
Staffetta 4x6 km femminile : 1° GERMANIA 2° RUSSIA 3° FRANCIA
Quest'anno non si vede quale nazione possa contrastare le agguerrite tedesche.

Nota stonata della tappa slovena lo stop alle gare per 5 giorni comminata al russo Tcherezov per valori dell'emoglobina oltre la norma . MAH!!!!!
Classifiche generali individuali: negli uomini prosegue il testa a testa Bjorndalen - Yaroshenko mentre in campo femminile la Glagow è al comando ma la Bailly incalza a pochi punti .
I prossimi appuntamenti avranno luogo nei due luoghi sacri del biathlon tedesco ossia Oberhof nel w.e. dell'Epifania mentre in quello successivo a Ruhpolding ed in entrambi i casi gli stadi saranno stracolmi di gente amante dello sport proveniente da tutta Europa e mischiati tra loro mentre cantano ed inneggiano i loro beniamini. Un insegnamento di cultura dello sport ai poveri tifosi calciofili......

God bless you!

5 commenti:

Bellabigo ha detto...

E' un vero peccato che queste discipline abbiano poca visibilità, in tv troppo calcio e troppo poca atletica

KK ha detto...

pienamente d'accordo col Bigo!!!si guardano solo gli interessi economici!!e invece sapete meglio di me che c'è un sacco di gente brava, anzi bravissima, in altre specialità che ai più sono sconosciute!!!molti credono che l'Ironman sia impossibile!!!poi preferiscono il calcio al rugby e lo ritengono meno violento...mah...
Troppo poca atletica!!hai ragione Bigo!!

AME ha detto...

ormai in Italia la possibilità di vedere gli sport cosiddetti minori è subordinata all'acquisto di un abbonamento a piattaforme digitali come Sky,quindi così facendo si toglie alla massa la possibilità di vedere sport a torto considerati meno spettacolari del calcio....
Non vedo all'orizzonte una possibilie via d'uscita.

Bellabigo ha detto...

L'altra sera ad esempio su Rai Sport Sat facevano vedere gare a livello internazionale di bici su pista, e un certo Theo Bos, nederlandese, ha raggiunto nello sprint finale i 68 km/h... non sapevo esistessero cose del genere... e i campionati di bob o slittino?

KK ha detto...

@all:perchè, per uno come me appassionato di motori ke dire della noiosissima formula1?quando ci sonpo altre gare di macchine molto più divertenti!!!meno male che fanno vedere le moto!!SBK soprattutto!!!Cmq anche per me nessuna via d'uscita all'orizzonte!