lunedì 3 maggio 2010

10 Miglia di Franciacorta

                                                          leggermente provato....:-)

Anche lo scorso fine settimana sono riuscito a programmare un allenamento da me denominato "double" ossia una specie di combinato ad azione ritardata comprendente un'uscita sulle due ruote di oltre le 4 h il sabato mattina seguita dalla partecipazione il giorno dopo alla gara competitiva svoltasi a Cazzago San Martino (BS).
Questa 10 Miglia di Franciacorta l'avevo casualmente notata all'interno di un calendario corse e malgrado le previsioni meteo domenicali non invogliassero a parteciparvi era comunque un modo per conoscere una nuova competizione sicuramente non monotona a livello paesaggistico in quanto ubicata in un contesto degno di nota.
A farmi compagnia in questa trasferta bresciana due amiche podiste, la Vatussa Silvia e Duracell Alfia, desiderose come il sottoscritto di cimentarsi in territori podisticamente sconosciuti.
Arrivati a destinazione dopo aver ritirati pettorale e pacco gara, per la modica cifra di euro 5, attendiamo la partenza leggermente preoccupati di dover percorrere i 16 km in compagnia di una probabile fastidiosa pioggia.
Dopo aver attaccato il pettorale sulla canotta ,mediante le famigerate spille da balia, m'accorgo d'averlo posizionato nella parte posteriore e vengo giustamente deriso dalle due amiche. Lungi da me l'idea di risistemarlo come logica prevederebbe :-)
Con un po' di ritardo ecco il colpo di pistola sancire il via della prova e come previsto le gambe non se la sentono d'andar veloci cosa che però non mi fa desistere dal provare a forzare dopo il secondo km. considerando la presenza di tratti pianeggianti ed in leggera discesa.
Lo speaker nel pre gara aveva descritto il percorso ed accennato alla prima ascesa in prossimità del 6° km e difatti ecco presentarsi davanti ai nostri occhi un'erta bella secca e debbo dire d'averla patita in maniera considerevole.
Da lì in poi ,sino al Gpm del 12° km ,un continuo di saliscendi e m'impongo di tenere in canna le ultime cartucce e di spararle per il finale dove si corre per circa 4 km col cuore in gola sino a giungere al traguardo situato all'interno del Parco Arcobaleno da dove era partita la competizione.
Sono molto sodisfatto della mia prestazione perchè ,malgrado la stanchezza accumulata il giorno prima sui pedali, son riuscito a tenere un ritmo discreto. Una volta rifocillatomi al ristoro ed effettuato il cambio indumenti son ritornato in zona arrivo dove ad attendermi c'erano le due "girls" felici sia del loro risultato che del percorso gara a detta di tutti noi molto vario e leggermente impegnativo.
Finite le premiazioni ecco l'Ame lanciare l'idea di un bel gelato in quel di Sarnico sul Lago d'Iseo approvata ad unanimità dalle girls ed il bis per il sottoscritto è stato d'obbligo ;-) Occorre dar merito all' Avis Sport Cazzago per la perfetta organizzazione e bellezza del tracciato.

God bless you !!!

4 commenti:

Simone ha detto...

Niente male la canotta giro-collo ;)

4h satabo e 10 miglia tirata, non mi pare niente male come allenamento!!! Come andiamo per Lanzarote? Non ti chiedo nemmeno se ci sarai o no

AME ha detto...

caro Simone il mio tirato equivale al tuo lungo lento :-))) per Lanzarote si cerca d'arrivare dove si può ma preparato no di certo troppo pochi 2 mesi per allestire una bici decente. Ci si prova, quello sempre ,a dare il max :-)

Simone ha detto...

riuscissi io a preparare un Ironman, ti invidio caro ti invidio!!!

Ale57 ha detto...

1.04.35 è un tempo che io manco in motorino... sei un vero campione e mi emoziono a pensare di averti avuto a partecipare alla nostra gara che non ha grosse ambizioni rispetto ad altre manifestazioni più collaudate. Mi fa piacere che vi sia piaciuto il percorso e se c'è stato qualche intoppo mi scuso e ti prego di volermelo segnalare. Grazie!!!