martedì 15 luglio 2008

IM Austria : donne con le gonne .....

 Govons, sosia ZZ TOP, Mirco, Ame
 Che gnocca !!! :-) foto BIGO
 Monto, Edith , Ame

Rieccomi di ritorno da un'altra grande Ironavventura e felice d'aver trascorso insieme a numerosi amici un fine settimana elettrizzante e denso d'emozioni. Klagenfurt sede dell' IM Austria è una città che adoro perchè a misura d'uomo, molto carina e abitata da persone molto gentili e disponibili. Il forestiero si sente a suo agio ed io ci son ritornato molto volentieri per la nona volta accompagnato dal fido Andrea "Monto" desideroso di conoscere tutti i retroscena di un evento grandioso qual è un Ironman per poi ritornare l'anno prossimo ben istruito e conscio di cosa lo aspetta. Il suo sogno personale è quello comune a molti triatleti affascinati da tale competizione vale a dire "to become Ironman Finisher".......
Il giorno prima di partire alla volta della Carinzia dopo una breve nuotatina mi sento impacciato non riesco a percepire sensazioni positive e quindi son preoccupato di fare una gara controvoglia faticando oltre il lecito. Non sono ancora riuscito dopo oltre 40 anni di vita ,a stimare il mio stato di forma sportiva perchè vivo all'interno di un corpo umano piuttosto bislacco che mi regala sorprese di ogni genere nel bene e nel male.
Il piano Klag 08 prevedeva la partenza il sabato mattina alle 5.30 per poi far ritorno a casa subito dopo aver concluso la gara, ma poi sia il sottoscritto che il Monto dovevamo iscriverci il lunedì per l'edizione 2009 quindi cambio di programma e rientro il lunedì mattina una volta espletate tutte le formalità. Come ho già ampiamente discusso in un post precedente siamo alla follia ma per fortuna posso usufruire dello sconto fedeltà del 50% sulla quota d'iscrizione riservato a chi era presente alla prima edizione, allora denominata Trimania, nel lontano 1998.
Viaggio d'andata tranquillo ed una volta sbrigate le formalità di ritiro del pacco gara e della consueta maglia omaggio senza maniche da bici ,facciamo un tour tra gli stands per ammirare i prodotti che mandano in brodo di giuggiole gli invasati triatleti ,i quali molto spesso si lasciano ammaliare da cotanto ben di Dio e giustificano la presenza della carta di credito all'interno del loro portafloglio... :-)
Il caldo comincia a farsi sentire quindi meglio recarci al Gasthof che ci ospiterà in questo fine settimana situato a Unterbergen ,18 km a sud di Klagenfurt ,ed immerso nella quiete, cosa indispensabile dopo il caos del villaggio IM. Dopo aver preparato tutto quanto l'abbigliamento necessario per la gara depositandolo nelle sacche preposte ritorniamo di nuovo all'expo per effettuare il bike check-in.
Ovviamente gli incontri con gli amici si susseguono senza sosta ma è bello rivedere il trio formato da Emilio, Steno e Daniele mentre sempre molto pittoresco e cordiale scattare una foto ricordo col grande amico e Presidente del Flipper Triathlon Raffaele indossando la bella t-shirt dedicata all'evento. Grazie a tutti i Flipperini ,siete come sempre molto cordiali e un gruppo molto affiatato da prendere come esempio!
Tutto sembra filare liscio e dopo aver lasciato la bici nel posto assegnatomi e sistemate le sacche gara mi viene il dubbio di non aver sgonfiato a sufficienza i tubolari delle ruote ed appena faccio pressione sulla valvola della ruota anteriore il liquido ripara forature situato all'interno della copertura fuoriesce e funge da collante impedendo alla valvola stessa di richiudersi. Panico! corsa dal meccanico dell'assistenza e per fortuna riparazione effettuata senza grossi problemi. Cominciamo bene col battesimo delle nuove ruote...... La tensione comincia a salire perchè come spesso tengo a sottolineare non siamo uomini di ferro ma consci che dobbiamo affrontare una gara dalle mille incognite. Pizza e pasta sono l'ultima tappa del carbo load nel ristorante siciliano dove ritrovo l'amico Catu con un grosso seguito d'atleti e familiari, la bionda Mayte molto tesa per il suo esordio, Emilio e compagnia bella.
Dopo cena ritorno al Gasthof, tutti a nanna e con mio immenso stupore contrariamente al solito ho dormito qualche oretta svegliandomi grazie alla suoneria del cellulare e la cosa non è stata piacevole vista l'ora mattutina , cosi come ingurgitare malvolentieri qualche barretta.....
Arrivo in zona cambio poco dopo le 5.20 e già si nota il viavai di triatleti impegnati negli ultimi preparativi ed incontro sia Ale Vanetti che il Catu col quale condivido gli ultimi istanti prima dell partenza. Entro in acqua ed il mio unico pensiero è cercare d'evitare contatti pericolosi cosa che mi riesce bene tranne una secca manata all'altezza dell'occhio destro.La frazione scorre abbastanza velocemente ma è incredibile la ressa nella tenda per il cambio quindi ,una volta partito in bici, noto che il cielo diventa minaccioso. In effetti, malgrado avessero previsto l'arrivo di temporali nel primo pomeriggio, mi becco un bell'acquazzone con il terrore d'aver utilizzato le ruote sbagliate. Frenare coi cerchi in carbonio non è semplice poi conoscendo la mia poca dimestichezza in sella alla bici temevo di poter fare qualche capitombolo ma alla fine, a parte qualche frenata rischiosa, son riuscito a portare ad estrarre dal cilindro una fantastica prova sulle due ruote. Dopo una partenza vivace e l'euforia nel constatare sia la scorrevolezza dei tubolari che delle ruote ad alto profilo sui tratti veloci, ho preferito calare il ritmo perchè i quadricipiti cominciavan a dar segni di stanchezza. Raggiunta la zona cambio mi dedico 5 minuti al travestimento prefissato indossando una variopinta gonna a fiori in aggiunta alla parrucca bionda ed all'immancabile papillon. Gli spettatori accolgono con molta ilarità la mia trovata goliardica ma dopo pochi minuti si scatena un temporale di forte intensità cosa che non pregiudica la mia buona andatura sino al 10 km quando inaspettatamente avverto dolori alle gambe per cui cerco di gestire la crisi rallentando per qualche km. Riprendo vigore e sino alla mezza maratona corro senza problemi. La fatica si fa sentire ,una seconda crisi fa la sua apparizione quindi cammino per due ristori consecutivi sino a quando noto con piacere d'aver riacquistato brillantezza e chiudo le ultime centinaia di metri accolto dal tifo assordante degli spettatori galvanizzato a mille ed inebriato dall'aver portato a termine un'altra bella gara. Grazie infinite al Monto per la compagnia e son felice d'averlo visto euforico dall'ironesperienza e voglioso di presentarsi ai nastri di partenza il prossimo anno. Mi ha chiesto d'essere presente al suo primo IM ed il suo guru non poteva deluderlo! Lunedì di prima mattina eravamo tutti e due in fila per iscriverci alla 11esima edizione dell'IM Austria. See you next year Klagenfurt :-)
Un caloroso saluto ed un abbraccio a tutti quanti mi hanno dimostrato la loro simpatia ma un particolare omaggio lo dedico alla brava e cordiale Edith che si è piazzata al 3° posto assoluto correndo una superba maratona.
God bless you !



6 commenti:

irotante ha detto...

Amadeo a Zurigo he estato terribele 180km soto il agua auguri campione

AME ha detto...

PER FORTUNA CHE NON CI SON VENUTO MI SAREI RITIRATO.....

Monto75 ha detto...

che dire....... un emozione incredibile, non vedo l'ora di essere alla partenza il prossimo anno!!!
I complimenti te li ho già fatti di persona ma li rinnovo x iscritto, sei una forza della natura!!!
Grazie per avermi portato e grazie per essere al mio fianco l'anno prossimo anche se so che dopo il nuoto mi svernicerai, ma è giusto così!!!
grande GURU

govotones ha detto...

Grande AME, complimenti per la performance ma soprattutto per il travestimento anche se devo dire che il tipo che ho visto in maratona correre travestito da ape con tanto di ali sulla schiena e tutto pitturato di giallo era in forte competizione con te.
Non so se hai visto chi è il tipo della foto http://www.bruzzler.com/

AME ha detto...

@monto: grazie per i complimenti sinceri l'anno prossimo sarai protagonista anche tu!
@govo: caspita è proprio un rockettaro il barbun.... :-)

Talin ha detto...

BRAVO Ame!!!! ma quela gona.