domenica 1 aprile 2007

Premiazioni Ambito Campionato Romagnolo di Triathlon

il Pres ETO, Massimo Lusardi , Il Moro

 Ame, Gira ed Ivan

The question is : cosa ci fa uno pseudo atleta brianzolo alla serata delle Premiazioni riguardanti l'Ambito Campionato Romagnolo di Triathlon?
Questa volta ad essere sinceri debbo addossare tutte le colpe all'istrionico organizzatore di questa goliardica classifica ossia Andrea Di Giorgio conosciuto all'interno della triplice disciplina con il nick name Pelo. Gli assidui frequentatori del blog ormai sono a conoscenza della mia irrefrenabile voglia di stare in mezzo al popolo degli sportivi per cui ogni occasione è buona per fare baldoria e trascorrere una serata all'insegna del divertimento. La località romagnola scelta per la serata è Milano Marittima e considerando la lontananza del luogo dalla mia abituale dimora ,ho fatto leva sulla bontà dell'amico Gira il quale si è prestato ad ospitare il sottoscritto nella sua abitazione bolognese al rientro dal raid romagnolo. Come al solito ho sfruttato per il trasferimento le nostre ferrovie italiane e poco prima delle 19 di venerdì scorso venivo accolto, sotto una fitta pioggia, dal capoluogo bolognese. Con il Gira ,incavolato nero per una settimana all'insegna del brutto tempo, ci siamo diretti alla piscina Spiraglio in attesa dell'arrivo di Massimo Fornasari in arte Eto, vincitore del Campionato nonchè illustre Presidente del Granarolo Triathlon. Malgrado il clima pessimo il traffico era congestionato dalla presenza degli odiati camions e solo dopo parecchi km. siamo riusciti a procedere con un'andatura decente arrivando leggermente in ritardo a destinazione. La ricerca della pizzeria sede del ritrovo ha generato uno spassoso siparietto con il Gira attore principe il quale ad ogni angolo di strada affermava: "è questa me la ricordo........". Ad un certo punto incrociato un distinto signore locale abbasso il finestrino e gli chiedo: "Mi scusi, sa dove si trova la pizzeria Peter Pan ?" e lui risponde: "praticamente siete arrivati è 300 metri più avanti.." al che il Gira sbotta: " mi ha tolto anche la soddisfazione d'arrivarci con le mie forze !" frase seguita da una risata generale degli occupanti la Panda. Ad accoglierci il sopraccitato Pelo già in fibrillazione per la successiva premiazione dove potrà mostrare i suoi geniali e teatrali cotillons . Rivedo ed abbraccio molto calorosamente Massimo Lusardi e poco più tardi al suo arrivo anche Fabrizio Morini detto "il Moro" suo prossimo compagno d'avventura nella celeberrima 100 km del Passatore. La serata scorre tra l'ilarità generale con l'apice del buon umore alla consegna dei premi a sorteggio con oggetti a dir poco originali come il cappello con la scritta "de puta madre".......
Il sottoscritto vince l'abbonamento annuale alla rivista Triathlete, mentre le premiazioni ufficiali dal 10° al 1° posto riservano altre sorprese come la presenza ,tra i premi ,d'alimenti abbondantemente scaduti e la cosa viene presa con la giusta dose d'ironia dai premiati. Ad effetto anche l'arrivo della torta con in sottofondo l'inno di Mameli e la coppia formata dal Pelo e dal cameriere che spingono i carrelli agghindati con una vistosa parrucca nera.
Dopo il bis della gustosa torta alla crema da parte del goloso Ironmerd ed il commiato dalla piacevole combriccola si fa ritorno a Bologna ed una volta raggiunta la dimora del Gira non passano che cinque minuti dall'arrivo della sua dolce metà Silvia. Sveglia di buon ora il giorno seguente e la simpatica Silvia m'accompagna in stazione Centrale dove fortunosamente riesco a prendere un Eurostar diretto a Milano. In seguito dopo metropolitana,treno regionale e passaggio in auto del papà raggiungo casa leggermente in coma.... ma felice per la spassosa serata del giorno precedente. Ovviamente un enorme ringraziamento va rivolto alla grandiosa coppia formata dal Gira e dalla Silvia per le premurose attenzioni avute nei confronti del sottoscritto a dimostrazione che la loro è una sincera amicizia ed a tutti i presenti per l'amabile compagnia.
Un caloroso in bocca al lupo al duo Lusardi - Moro per il loro gravoso impegno nella 100 km del Passatore. Conoscendo la meticolosità con la quale preparano l'evento sono arcisicuro che sapranno farsi valere anche stavolta.

1 commento:

Osso ha detto...

Ciao Amedeo,sei sempre in giro per l'italia.
Le tue ginocchia??
stai un pò meglio spero di si a presto ciao.